Al Jarreau a Roma, il “vecchio leone” ruggisce ancora

1

Grande esibizione del cantante americano, in gran spolvero nonostante i suoi 75 anni, che ha incantato la platea di spettatori accorsi a Porta di Roma, il Centro Commerciale della Bufalotta. Accompagnato da una band di 5 elementi dotata di un notevolissimo groove funky-jazz, Jarreau in due ore abbondanti di concerto, ha ripercorso le tappe storiche della sua straordinaria carriera spaziando dal latin jazz (Samba di una nota sola, Masquenada), al funky-pop (We are in this love togheter).

Al Jarreau, nome d'arte di Alwyn Lopez Jarreau (Milwaukee, 12 marzo 1940), è l'unico cantante ad aver vinto tre Grammy Awards in tre categorie diverse: pop, jazz e R&B. Basta questo per connotare la sua grandezza e capacità di spaziare fra i vari generi musicali. Figlio di un pastore della Chiesa Avventista ebbe le prime esperienze canore in un coro ecclesiastico.  Le prime vere esperienze professionali sono legate ad un trio capitanato dal grande tastierista George Duke con il quale  Jarreau iniziò la vera e propria carriera di cantante professionista. Nel 1994 pubblica l'album "Tenderness" nel quale spicca una straordinaria reinterpretazione del più grande successo di Elton John, "Your song".