Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2021

Pubblicato il

Inverno con i pizzichi?

Aedes koreicus, la zanzara coreana che sopravvive al freddo arriva in Italia

di Giulia Bertotto
Aumentano le segnalazioni nell'area del milanese, la specie viene monitorata in quanto parassita che può veicolare patogeni

Prendete un’abilità di volo rapidissimo, arti leggeri, una proboscide sottile come un pensiero che emette saliva a effetto anticoagulante, e aggiungete la capacità di resistere anche a basse temperature: l’ematofago perfetto è servito.

Il prodotto evolutivo made in Corea infiocchettato dalla selezione naturale (e umana!) si chiama “Aedes koreicus”, è approdato in Lombardia. Questa zanzara riesce a sopravvivere anche all’inverno del Sud Europa ed è probabilmente arrivata nel nostro paese tramite un carico di merci. Un po’ come accadde con l’insidiosa Aedes albopictus, la cosiddetta zanzara tigre, specie di origine asiatica. Nel 1986 è stata accidentalmente introdotta negli Stati Uniti e da lì, nel 1990, è arrivata a Genova in un carico di copertoni usati e nel giro di due decenni si è diffusa in tutto il paese.

Aumentano quindi le segnalazioni di zanzara coreana nel nord Italia, come rivela una ricerca condotta dall’Università degli Studi di Milano e recentemente pubblicata su “Parasites & Vectors”. Il parassita è presente nell’area pedemontana e di pianura del nord Italia. Il pericoloso dittero viene monitorato soprattutto per le malattie di cui può farsi vettore.

“La zanzara coreana è endemica in Giappone, nel nord della Cina, nella Corea del Sud e in alcune zone della Russia”, spiega Sara Epis -docente del Dipartimento di Bioscienze e coordinatrice della ricerca- ad Ansa.

La lunga epopea delle zanzare

In natura tutto ha una funzione, e le zanzare sono nutrimento per piccoli rettili e uccelli, dunque costituiscono anelli fondamentali per la catena alimentare di diversi ecosistemi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Come molti sapranno sono esclusivamente le femmine ad avere bisogno del pasto di sangue, mentre i maschi si cibano delle sostanze zuccherine presenti nei vegetali; i maschi di zanzara sono perciò preziosi impollinatori. Ad alcune specie dobbiamo perfino il proliferare della pianta del cacao.

Le zanzare esistono sul nostro pianeta da milioni di anni, e si contano più di tremila specie differenti. Di certo ci hanno preceduti, probabilmente ci sopravviveranno.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le vicende umane sono da sempre così intrecciate alla vita di questi organismi che Timothy Winegard, professore alla Colorado Mesa University ha dedicato loro un best seller dal titolo Zanzare. Il più micidiale predatore della storia dell’umanità: “Questo insetto ha determinato il destino di imperi e nazioni, ha distrutto o paralizzato le economie, ha deciso le sorti di guerre cruciali e si stima abbia ucciso circa 52 miliardi di persone, quasi metà di tutti gli esseri umani mai vissuti sulla Terra”.

La zanzara coreana sta colonizzando il milanese, la sua minuscola e grandiosa epopea continua.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo