Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2021

Pubblicato il

Grandi eventi

27esima edizione del MedFilm Festival: un viaggio alla scoperta di diverse culture

di Cristina Accardi
Arriva la 27esima edizione del MedFilm, il Festival del Mediterraneo, ormai un classico per la nostra capitale
MedFilm

Torna con grande attesa il MedFilm Festival, il più longevo festival di cinema della capitale. Da venerdì 5 al 14 novembre nelle sale cinematografiche di Roma come il Cinema Savoy, il Nuovo Cinema Aquila, ma anche al Museo Macro, La Casa delle Letterature e la Biblioteca Europea – saranno proiettati i film in programma per la 27esima edizione del cinema del Mediterraneo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il Festival, infatti, è il primo in Italia dedicato alle cinematografie del Mediterraneo che ha lo scopo di valorizzare “l’importanza e l’emozione dell’esperienza della visione collettiva”.

Un programma davvero ricco. Infatti, nei dieci giorni del Festival non ci saranno soltanto i film in concorso, ma anche meeting professionali, masterclass nelle università, incontri con giovani autori e maestri del cinema.

Nonostante la capienza prevista nelle sale al 100%, per garantire una maggiore visibilità e permettere la partecipazione di un vasto pubblico gli incontri e le proiezioni saranno accessibili anche sulla piattaforma MyMovies.

A partecipare quest’anno saranno 86 film che in rappresentanza di 35 Paesi creeranno un viaggio alla scoperta della cultura e delle tradizioni di varie parti del mondo. “Dalla periferia di Marsiglia alle montagne della Cabilia in Algeria, passando per la costa libanese, le strade di Kandahar, il golfo di Napoli, i vicoli di Casablanca, le miniere slovene: un caleidoscopio di visioni, immagini, emozioni uniche”.

Per aggiudicarsi il Premio Amore & Psiche, il concorso ufficiale di MedFilm, concorreranno 9 film in rappresentanza di 8 Paesi.

Film d’apertura tra le grandi pellicole ci sarà Una storia d’amore e di desiderio della regista tunisina Leyla Bouzid, in anteprima italiana e successivamente sulle sale grazie al supportato di Cineclub Internazionale Distribuzione.

Tra gli altri film spiccano Death of Virgin, and the Sin of not Living di George Peter Barbari, Casablanca Beats di Nabil Ayouch, Amira di Mohamed Diab, Good Mother di Hafsia Herzi.

Per la sezione Cortometraggi, che gareggiano per il Premio Methexis e Premio Cervantes Roma, ci saranno 24 film in competizione provenienti da 19 Paesi dell’area Euro-Mediterranea.

Tra i corti in gara ci saranno le anteprime italiane come Trumpets in the Sky di Rakan Mayasi, Ankebût di Ceylan Özgün Özçelik, Last Day of Sun di Kays Mejri, Apallou di Niko Avgoustidi. A rappresentare l’Italia invece sarà Figlio santo di Aliosha Massine.

Inoltre, saranno proiettati anche altre anteprime italiane Fuori concorso come Ahed’s Knee di Nadav Lapid e Eastwood di Alireza Rasoulinejad.

Il festival propone inoltre un programma eccezionale composto da un mediometraggio e tre cortometraggi attorno ai concetti di luoghi della memoria e fantasmi del passato. Tra i film spiccano Constellation di Dania Reymond-Boughenou e Noir-Soleil di Maria Larrivé”.

Per scoprire le ulteriori iniziative del Festival è consultabile il sito ufficiale www.medfilmfestival.org o contattare l’email info@medfilmfestival.org

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo