19 Giugno 2021

Pubblicato il

12 Maggio 2014, Corteo per la Casa a Roma

di Redazione

I manifestanti puntavano al Campidoglio. Ora sono accampati in largo Corrado Ricci

È mobilitazione generale per i Movimenti per la Casa: i manifestanti si sono messi in marcia, oggi pomeriggio con qualche minuto di ritardo rispetto all'orario previsto, verso le 17.40.
Partiti da piazza della Repubblica, si sono diretti verso via dei Fori Imperiali, nel centro della capitale.
Un migliaio, secondo le stime ufficiali, i partecipanti al corteo. Tra le dichiarazioni e i cori dei manifestanti, anche "Marino stiamo arrivando!", "Alfano non ci fermerai, il centro di Roma è nostro", "Assassini, assassini, vergogna, vergogna, pagherete tutto!".

L’obiettivo annunciato era quello di raggiungere il Campidoglio, ma il corteo si è arrestato in largo Corrado Ricci, sotto l'Altare della Patria, dove i manifestanti si sono accampati con delle tende, come aveva annunciato lo stesso Paolo Di Vetta, leader dei Blocchi Metropolitani, intercettato da Romait nei pressi di piazza Venezia mentre si accingeva a raggiungere il corteo in partenza da piazza della Repubblica.

Alla testa del corteo spicca uno striscione che recita: "Liberiamo Roma da divieti,dalla rendita e dalla precarietà!"

Tra i manifestanti molte famiglie in emergenza abitativa. Densa la presenza di extracomunitari.

Abbiamo parlato con Francesca, che ci ha spiegato di essere in piazza per protestare contro il governo, contro l'art. 5 del Piano Lupi e contro il sindaco Ignazio Marino "che ha messo ancora di più in ginocchio questa città". "Da nove anni sono senza casa – ci spiega Francesca – Non ho i soldi né per l'affitto né per un mutuo, e le graduatorie sono ferme".

A chi li accusa di essere violenti, Francesca risponde: "Non voglio il vandalismo, per fare le rivoluzioni deve scendere in piazza il popolo e non i piccoli gruppi di violenti".

Al momento la situazione è tranquilla, i manifestanti sono ancora accampati e non si sono registrati tensioni né disordini. D'altra parte gli occhi erano tutti puntati su quella piazza, dopo i fatti del 12 Aprile. Non si sa se lasceranno i manifestanti a dimorare nelle loro tende, che però al momento restano su via dei Fori Imperiali. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento