Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2021

Pubblicato il

Vigili assenti, parla Clemente: “85% di defezioni”

di Redazione
Il consigliere De Vito (M5S) a confronto con il comandante Clemente: ecco i dati sull'assenteismo dei Vigili

Un confronto a due. Protagonisti, il consigliere comunale di Roma Capitale Marcello De Vito (M5S) e il comandante della Polizia Locale di Roma Capitale Raffaele Clemente. Al centro del dibattito, la notte di Capodanno e – ca va sans dire – l’assenteismo dei Vigili Urbani.

"La notte di Capodanno ci siamo trovati di fronte a situazione di vera emergenza" – sentenzia Clemente, che spiega come il servizio fosse stato pianificato con "905 unità in due turni". Tuttavia, "alle 14 – continua Clemente – ci siamo visti recapitare numerosissimi certificati per malattia". A quanto ammontava, dunque, la defezione del personale? Clemente, dal canto suo, porta i suoi dati: "A fronte delle 905 unità" calcolate, la defezione contava "767 unità", delle quali: "571 per malattia; 63 per donazione del sangue; 81 per la legge 104; 23 e 29 per altri piccoli istituti di assistenza". Quindi, secondo i numeri forniti dal comandante Clemente, "l’insieme di queste defezioni ha colpito per l'85% la forza pianificata" per la notte di Capodanno.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A questo punto, è entrato in moto il meccanismo della reperibilità, l'utilizzo della quale è stato da molti contrastato perché – come criticano anche alcuni sindacati – se ne sarebbe fatto un uso improprio. Secondo Clemente, invece, l'istituto della reperibilità – "che il nostro contratto prevede per situazioni di emergenza e non prevedibili", spiega – si è reso necessario nel momento in cui, dopo che il Corpo aveva "correttamente e per tempo pianificato i servizi" per garantire i festeggiamenti di Capodanno, ci si è resi conto "verso le 17" che "le defezioni erano arrivate a 500mila". A questo punto, "visto che c’era pericolo per le persone" poiché il serivzio pianificato non poteva essere dispiegato così come pensato, si è fatto ricorso alla reperibilità che ha consentito "un afflusso di 146 colleghi che ci hanno aiutato e hanno salvato il Capodanno e messo in sicurezza le persone accorse al Concertone" al Circo Massimo.

La questione dell'assenteismo dei Vigili Urbani, quindi, continua ancora a far parlare di sé e le polemiche non si placano. Intanto dal M5S avvisano: "Sulla vicenda delle assenze di Capodanno, dopo aver dato voce alla testimonianza di un vigile (leggi qui), il M5S Roma è andato alla fonte dei dati per verificare cosa sia effettivamente accaduto. Perché noi condividiamo molte delle istanze portate avanti dagli agenti – spiegano i consiglieri capitolini del M5S – ma non possiamo tollerare strumenti di protesta illecita come le presunte finte malattie".

E aggiungono: "Noi siamo a favore della rotazione dei vigili, estendendola anche agli altri dipendenti capitolini e soprattutto ai dirigenti, come previsto dalla legge". E proprio su questo punto, lo stesso Clemente avvisa: "Il piano (cd. anticorruzione, che prevede la rotazione e che ha fatto discutere molto i Vigili, ndr) non si è fermato per questa vicenda e andrà avanti". Guarda il video.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo