19 Maggio 2021

Pubblicato il

Una Lazio spettacolare incanta l’Olimpico: 4-0 al Torino

di Redazione

Gli Aquilotti giocano bene, divertono ma soprattutto vincono la seconda partita consecutiva. Il Torino sprofonda in classifica e Mazzarri rischia l'esonero.

La Lazio è in cerca di continuità dopo il prezioso successo di Firenze. Infatti, la squadra di Inzaghi non è mai riuscita a vincere due partite di fila in campionato. Ci proverà ospitando il Torino di Mazzarri (non presente per squalifica) che vive un momento di grave difficoltà. Non è bastato il pari contro il Cagliari per placare un ambiente che sembra incandescente. Inzaghi cambia poco: Marusic al posto di Lazzari, Cataldi al posto di Lucas Leiva e Caicedo al posto di Correa rispetto all’ultima partita. Arbitra Orsato

 

LA CRONACA

Il primo tempo si apre con due squadre che si specchiano e aspettano la giocata. Al 17’ arriva la prima occasione del match: cross dalla destra su cui si avventa Lulic ma De Silvestri lo disturba in diagonale. Un minuto dopo è Caicedo ad andare vicino al vantaggio: l’ecuadoregno arriva in area di rigore ma col sinistro angola troppo il tiro. Due minuti dopo è il turno di Cataldi su punizione: il tiro è ottimo a superare la barriera ma esce non di molto. Al 25 si sblocca la partita grazie ad un bolide di Francesco Acerbi che si insacca sotto l’incrocio.

La Lazio ora è più tranquilla e gioca in scioltezza. Al 29’ Immobile prova a raddoppiare da fuori area ma Sirigu è bravo a bloccare. Al 33’ arriva il 2-0: Cataldi recupera palla a centrocampo, Luis Alberto serve Immobile che trafigge Sirigu con il suo destro. Non accade molto dopo questa azione e il primo tempo finisce senza recupero.

A inizio ripresa, il Toro ha una grande occasione per riaprire la partita: Meité calcia, la palla viene deviata ma Strakosha è bravo a respingere; la palla poi arriva a Belotti che di sforbiciata prende la traversa da posizione favorevole. Al 53’ Caicedo segna servito da Immobile ma la sua posizione era irregolare. Dopo lo spavento della traversa, la Lazio sembra tornata in controllo con Immobile che non lascia punti di riferimento  agli avversari. Dopo un periodo di stallo, al 68’ Orsato fischia un calcio di rigore ai biancocelesti. Penalty trasformato dal solito Ciro Immobile, sempre più re dei marcatori in Serie A. Esce Caicedo per Joaquin Correa. L’argentino sfiora il poker in ripartenza. Al 75’ esce un ottimo Cataldi per Parolo. La Lazio maramaldeggia fino all’ultimo minuto: calcio d’angolo di Luis Alberto indirizzato verso la porta; Belotti è sfortunato a colpire la palla battendo il suo portiere. Partita da incubo per il gallo. Finisce dunque 4-0 per la Lazio, al quinto posto dopo il pari tra Napoli e Atalanta. Il Torino è sempre più in crisi, con il derby all’orizzonte e con Walter Mazzarri in bilico. Cairo, presente in tribuna avrà tempo a disposizione per decidere.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. A disp.: Guerrieri, Alia, Luiz Felipe, Bastos, Lazzari, Lukaku, Jony, Leiva, Parolo, Berisha, Correa, Adekanye. All.: Simone Inzaghi.

INDISPONIBILI: Proto
SQUALIFICATI: Vavro
DIFFIDATI: nessuno

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Meité, Baselli, Lukic, Laxalt; Zaza, Belotti. A disp.: Rosati, Ujkani, Aina, Ansaldi, Bremer, Djidji, Rincon, Berenguer, Iago Falque, Millico, Verdi. All.: Walter Mazzarri.

INDISPONIBILI: Bonifazi
SQUALIFICATI: nessuno
DIFFIDATI: nessuno

ARBITRO: Orsato (sez. Schio)
ASSISTENTI: Preti e Bresmes
IV UOMO: Abisso
VAR: Maresca
AVAR: Fiorito

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento