Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2022

Pubblicato il

Tiburtina, domani cittadini in piazza per riqualificare la zona

di Redazione
La manifestazione è per l'abbattimento della sopraelevata della Tangenziale Est e la riqualificazione del Piazzale Ovest

Domani, sabato 18 aprile, si svolgerà, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, a Largo Guido Mazzoni (davanti alla nuova Stazione Tiburtina) la manifestazione di cittadini ed associazioni di quartiere per chiedere l'accellerazione dell'abbattimento della parte sopraelevata della Tangenziale Est e la riqualificazione del Piazzale Ovest.

L'iniziativa è stata promossa da diverse associazioni e comitati attivi sul territorio: "Rinascita Tiburtina", il Coordinamento Roma Est del "Comitato Cambiamo Roma", "Progetto Roma Insieme", "Decoro Urbano II Municipio", "Apriamo Villa Massimo" e "Cittadinanza Attiva".

Il presidente dell'associazione "Rinascita Tiburtina" Nella Vecchia ha dichiarato: "I cittadini della zona circostanti la Stazione Tiburtina, sono stanchi delle promesse non mantenute dalla Amministrazione inerenti l'abbattimento della Tangenziale e la riqualificazione del Piazzale antistante la Stazione. Pur essendosi ripetutamente impegnati con i cittadini  a portare avanti il progetto di riqualificazione della zona, che passa in primis dall'abbattimento del tratto sopraelevato della tangenziale, a distanza di sei mesi la gara per individuare la ditta a cui affidare i lavori di abbattimento  non è stata ancora pubblicata, malgrado l'Amministrazione capitolina si fosse impegnata a farlo in tempi rapidi.

Non vogliamo che vi siano ulteriori ritardi o ripensamenti per l’avvio dei lavori malgrado gli impegni presi con i cittadini, le Associazioni ed i Comitati che da anni combattono questa battaglia, che hanno raccolto centinaia di firme ed hanno intrapreso un progetto partecipato e condiviso per il declassamento e la riqualificazione dell'ex Tangenziale est.

La presenza e la ampia condivisione da parte dei cittadini intendono far capire all'Amministrazione la insofferenza per le numerose promesse non mantenute, pretendendo l'immediata promulgazione del bando con una data certa per l'inizio dei lavori. Non ci rassegniamo all'immobilismo e continueremo a lottare finché la tangenziale non verrà abbattuta ed  il piazzale sia adeguatamente riqualificato per garantire che la dignità dei residenti, dei viaggiatori e dell'intera città sia riportata a condizioni accettabili ".

 

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo