23 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma Testaccio, devastata colonia felina: nella notte gatti avvelenati

di Redazione
La denuncia degli esponenti di SEL Cioffari e Albanese: "Necessaria riqualificazione dell'ansa golenale del Lungotevere all'altezza di Testaccio"

È stata devastata nella notte la colonia felina ospitata nell’ansa golenale sinistra del Lungotevere, all’altezza di Testaccio. E i gatti sarebbero persino stati avvelenati. La segnalazione, a dir poco allarmante, giunge da Mauro Cioffari, capogruppo SEL in Municipio I, e Sabrina Albanesi, responsabile Diritti Animali e Ambiente SEL Roma Area Metropolitana. “Da anni i cittadini residenti – ricordano i due – sollecitano alle autorità competenti e all’amministrazione comunale la situazione di disagio e di abbandono in cui versa l’ansa golenale adiacente al Lungotevere Testaccio attraverso appelli, raccolte di firme, segnalazioni ed esposti”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Anche lo scorso marzo, su Romait, denunciavamo questa situazione: in quella data, la Polizia Locale di Roma Capitale e AMA avevano provveduto a sgomberare l’insediamento abusivo proprio lungo la stessa ansa golenale. Sempre allora, lo stesso Cioffari denunciava che già nel febbraio 2013 “una bambina di 14 mesi, che sembra vivesse con la propria famiglia in una di queste fatiscenti costruzioni oggi abbattute, cadde in acqua”. Non solo senso di insicurezza per i residenti, insicurezza “testimoniata dalle numerose denunce di aggressioni, di furti e di atti di vandalismo”, ma anche “il disagio delle persone senza fissa dimora che periodicamente tornano ad abitare nell’area golenale. Interi nuclei familiari sopravvivono a due passi dall’acqua, al riparo dalla vista di chi vi transita, in insediamenti abusivi, senza servizi igienici e in precarie condizioni di sicurezza”, scrivevamo a marzo, riportando la denuncia del consigliere in I Municipio.

Proprio Cioffari, ravvisava la necessità di “una vera e propria azione di riqualificazione permanente che coinvolga, in un progetto comune, tutte le risorse istituzionali, associative e imprenditoriali impegnate nella valorizzazione, sicurezza, vivibilità, manutenzione e decoro del fiume che si sono recentemente costituite in Comitato Promotore per il Contratto di Fiume dando vita all’Osservatorio del Tevere”. All’indomani dell’episodio che ha riguardato la colonia felina, Cioffari torna quindi a rivolgere un appello al sindaco di Roma Ignazio Marino e alle autorità competenti “affinché venga predisposta ogni idonea iniziativa per la riqualificazione, in tempi certi, dell’ansa golenale dell’argine sinistro del Tevere, da Ponte Sublicio a Ponte Testaccio, restituendolo alla fruibilità dei cittadini e delle cittadine, garantendo, al contempo la vita e il benessere degli animali ospitati sulle rive del Tevere”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo