18 Settembre 2021

Pubblicato il

Termini, tenta di violentare un ragazzo conosciuto sull’aereo

di Redazione
Un marocchino aveva proposto a un ragazzo di trascorrere la notte nella stessa camera di albergo per risparmiare

Un giovane, dopo essersi presentato negli uffici del Commissariato, ha denunciato  il tentativo di violenza sessuale da parte di un uomo di nazionalità araba conosciuto qualche ora prima a bordo di un aereo atterrato a Ciampino. In particolare ha raccontato che, una volta sceso dal velivolo, insieme all’altro uomo, aveva raggiunto la stazione Termini  a bordo di un autobus. Dopo aver cenato all’interno dello scalo ferroviario, l’amico conosciuto sull’aereo, gli aveva proposto di prendere insieme una stanza in hotel per poter risparmiare sulle spese del soggiorno.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I due così, raggiunta una pensione nei pressi della Stazione Ferroviaria, avevano richiesto una camera. Una volta giunti all’interno della camera però, la vittima si era  accorta che i letti non erano due ma un letto matrimoniale, manifestando la propria contrarietà. L’altro però lo aveva subito rassicurato affermando che entro breve sarebbe stata disponibile una camera con due letti singoli. Tranquillizzatosi  il giovane  era rimasto in attesa  della nuova camera, si era fatto una doccia e si era disteso sul letto a guardare la tv.

La stessa cosa aveva fatto l’altro che, distesosi accanto a lui, improvvisamente, con una mossa repentina ed inaspettata,  lo afferrava al collo tentando ripetutamente di baciarlo. Contestualmente, ripeteva a voce alta di voler avere un rapporto sessuale con lui. Sconvolto dall’aggressione, il ragazzo era riuscito a divincolarsi dalla presa e aveva tentato di allontanarsi. Per tutta risposta l’altro lo aveva aggredito con violenza e per trattenerlo lo aveva afferrato per i testicoli stringendoli con forza. Nonostante quest’ultimo grave atto di violenza, la vittima era riuscita a guadagnarsi la via di fuga, prima chiudendosi in bagno e successivamente allontanandosi dall’albergo per raggiungere il Commissariato di Polizia e denunciare l’accaduto.

A quel punto gli agenti si sono attivati immediatamente per rintracciare l’aggressore e, grazie alle successive indagini, sono riusciti a  fermare l’autore della violenza sessuale, il quale, era  in procinto di lasciare la  struttura ricettiva. In considerazione di tutte le prove raccolte durante le indagini e del pericolo di fuga dell’uomo, l’autorità giudiziaria ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere. Identificato per E.O.E.M., marocchino di 50 anni, sottoposto al fermo di Polizia Giudiziaria, dovrà rispondere di violenza sessuale.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo