23 Luglio 2021

Pubblicato il

Teatro Eliseo di Roma, Paolo Damiani New Band

di Redazione

I musicisti cercheranno profonde consonanze o al contrario impreviste distanze, giocando con soffiati e pizzicati, suoni distorti e inquietanti colpi d’arco

Domenica 21 febbraio, ore 12.00 al Teatro Eliseo di Roma, Paolo Damiani New Band con ospite Rosario Giuliani. Questo nuovo progetto del compositore e violoncellista romano, Direttore del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia, vede ospite lo straordinario sax di Rosario Giuliani, sul palco con Paolo Damiani, violoncello, Rosario Giuliani, sax alto,  Francesco Fratini,  tromba , Luigi Masciari, chitarra ,Alessandro Paternesi, batteria.

Nei brani, pur fortemente strutturati, le linee del contrappunto tendono a generare spazi sonori aperti e flessibili in cui il respiro e il gesto improvviso danzano liberamente e con gioia. La cantabilità delle composizioni non rinuncia mai alla ricerca, intesa soprattutto come ascolto curioso, invenzione, stupore, ironica erranza, piacere, godimento.

I musicisti cercheranno profonde consonanze o al contrario impreviste distanze, giocando con soffiati e pizzicati, suoni distorti e inquietanti colpi d’arco. Dove la ragione si smarrisce, la musica trova il suo senso. In questo dialogo apparentemente impossibile tra ‘voci’ che si sovrappongono in una mirabile comprensione, in uno scambio profondo con l’altro da sé che è la sola via, come insegna la musica, per capire a fondo sé stessi.

Il programma di questa settimana propone la performance di alcuni dei Maestri del Conservatorio “S. Cecilia”, impegnati in un repertorio che li vedrà protagonisti nelle vesti di esecutori e anche compositori di una parte dei brani. Paolo Damiani, direttore del Dipartimento di jazz del Conservatorio dal 2002, è già noto al Teatro Eliseo per essersi precedentemente esibito nei suoi molteplici ruoli di violoncellista, Direttore d’orchestra, contrabbassista e appunto compositore, inserendo ancora una volta in programma dei pezzi che sottolineano la sua adesione ad un genere di musica puramente innovativo ed in continuo mutamento.

Questo nuovo progetto musicale è costruito sulla collaborazione con il sassofonista Rosario Giuliani, autentica eccellenza del Conservatorio di Roma. Nei brani, fortemente strutturati, le linee del contrappunto tendono a generare spazi sonori aperti e flessibili, in cui il respiro e il gesto improvviso danzano liberamente e con gioia; la cantabilità delle composizioni dunque non rinuncia mai alla ricerca, intesa soprattutto come ascolto curioso, invenzione, stupore, ironica erranza, piacere, godimento. I musicisti cercheranno profonde consonanze o al contrario impreviste dissonanze, giocando con soffiati e pizzicati, suoni distorti e inquietanti colpi d’arco. In questo dialogo apparentemente impossibile fra voci che si sovrappongono, la musica troverà invece il suo senso logico, invitando il pubblico ad una partecipazione attenta che sarà ripagata dalla piacevolezza ed il divertimento dell’ascolto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli altri autori in programma invece sono le giovani e talentuose eccellenze dell’attuale mondo musicale jazz, che parteciperanno attivamente, come i M° Damiani e Giuliani, alla performance. Si tratta quindi di Luigi Masciari, notevole chitarrista ora nel pieno della maturità musicale, Francesco Fratini, ex allievo del Conservatorio “S. Cecilia”, (dove si è diplomato nel 2009 per poi proseguire gli studi con successo alla “New School for jazz” di New York), e Alessandro Paternesi, che dopo essersi laureato in jazz presso il Conservatorio nel 2010 dal 2012 insegna batteria jazz ai corsi pre-accademici. Il pubblico in sala avrà modo di ascoltare un concerto di altissimo livello, in cui all’esperienza dei due docenti si uniscono la versatilità e l’estro dei giovani musicisti, coinvolti con esiti sorprendenti nello stesso progetto musicale.

teatro eliseo Via Nazionale, 183 – 00184 Roma

 

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento