30 Luglio 2021

Pubblicato il

Studiare all’estero con Erasmus +, candidature fino al 2 febbraio

di Redazione

C’è tempo fino al 2 febbraio per partecipare alla mobilità internazionale 2016 con delle novità: il progetto si chiama Erasmus+

C’è tempo fino al 2 febbraio per partecipare alla mobilità internazionale 2016 con delle novità: il progetto si chiama Erasmus+ e vede partecipare gli studenti di nuovi paesi quali Caraibi, Africa, e altri del Pacifico; il punteggio è stato abbassato di 10 punti: 60/100 per partecipare.

Lo scorso anno 30.000 studenti universitari hanno partecipato, con un trend del +10%, confermando le aspettative di crescita e per per attrarre studenti e docenti verso le università europee e allo stesso tempo ampliare il raggio di destinazioni possibili per gli studenti ed i docenti d'Europa, spiega Flaminio Galli, direttore di Indire, l’Istituto di ricerca e didattica impegnato da sempre nella formazione degli insegnanti del Miur.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dal 1987 quasi 4 mln studenti universitari europei ha partecipato. Gli studenti italiani con una partecipazione del buon 10%, scelgono la Spagna, la Germania e la Francia; siamo stati scelti invece da studenti di Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. 
In Italia arrivano circa 20.000 studenti stranieri che studiano nelle nostre università in italiano 1 o 2 esoneri di esame. Studiare in italiano l’esame del proprio piano degli studi è sicuramente una esperienza arricchente, avvincente, culturalmente interessante, linguisticamente valida per sé e per il proprio profilo professionale.

Gli studenti sono indirizzati durante l’estate ad un full immersion linguistico nelle università che erogano specifici corsi di lingua e cultura italiane, ad esempio una è l’Università per stranieri di Siena, poi raggiungono la sede dell’università in cui studiare 3, 6, 9 mesi. La realtà è nelle università, fax simile nella scuola pubblica dove da quest’anno si vuole far apprendere una disciplina in lingua straniera: con l’inglese il clil, quello che sicuramente sarà scelto, con il francese l’Emile e via dicendo.

Il viaggio non è solo spostarsi da una zona all’altra. Questa mobilità costruisce sicuramente un mondo migliore: ascoltare suoni o rumori, assaggiare sapori buoni o cattivi, sentire odori gradevoli o sgradevoli di altri meridiani, vivere altri colori costruisce un sapere enorme di una esperienza forte: il viaggio.

Per chi volesse consigli pratici per la compilazione on line del form può trovare su facebook "Indire Erasmus+". Consigliamo di non ridursi all'ultimo momento per sovraffollamento e impossibilità di inviarla. Ricordiamo che si collegano da ogni parte.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento