06 Marzo 2021

Pubblicato il

St. Étienne 1-1 Lazio: pareggio con la testa al campionato

di Redazione

Le due squadre, con un ampio turnover in campo, non si fanno troppo male, dato che entrambe erano già approdate ai sedicesimi di finale

La Lazio torna in campo dopo la brutta sconfitta casalinga rimediata, in campionato, contro la Juventus. La squadra di Pioli sfida, infatti, il Saint-Étienne in trasferta, nella gara valida per la sesta giornata dei gironi di Europa League. Quella di stasera, per i biancocelesti è una vera e propria formalità, dato che sia la qualificazione sia il primo posto sono arrivati dopo la vittoria nello scorso turno contro il Dnipro. Anche per i francesi questo match rappresenta una formalità, dato che anch’essi si sono già qualificati ai sedicesimi di finale e adesso attendono il sorteggio di lunedì. Proprio per questo motivo, Pioli decide di lasciare spazio ad un ampio turnover per cercar di preservare gli uomini più importanti, in vista della sfida di lunedì sera contro la Sampdoria in campionato, dove la Lazio sta arrancando molto. Le Aquile, difatti, risultano imbattute in Europa League, ma in serie A la vittoria manca da 45 giorni.

Nella prima frazione di gioco si vede chiaramente che le due compagini sono in campo perché il calendario lo impone, le due formazioni, infatti, tentano di farsi il meno male possibile. I primi 45 minuti, quindi, non regalano tante emozioni alla cornice di pubblico accorsa allo stadio per godersi il match, e l’unico vero sussulto arriva al 39’, quando Hoedt salva sulla linea un tiro da fuori di Corgnet, con Berisha fuori dai pali. Squadre non brillanti sul piano del gioco che non chiedono nulla al risultato e tornano negli spogliatoi a reti bianche.

Nella ripresa, però, il ritmo cambia subito con la Lazio che cerca di far male i padroni di casa. Al 6’ arriva  una percussione di Konko sulla sinistra, il terzino vince un rimpallo e la palla finisce a Matri che supera il portiere e realizza il suo secondo gol europeo a porta vuota. Lazio in vantaggio, con i padroni di casa molto sfortunati, costretti a due cambi forzati per infortunio. La partita s’infiamma, il Saint-Étienne non ci sta e vuole chiudere dignitosamente il girone, provando subito a portare il punteggio in parità, gli uomini di Pioli si chiudono bene e evitano il peggio, grazie anche ad un gran Berisha. L’ottima prestazione del portiere biancoceleste si macchia, però, al 75’ quando Eysseric riceve da Polomat, si libera di un avversario e calcia ad effetto da fuori area, il portiere albanese non vede partire il pallone e si fa spiazzare incredibilmente. Al triplice fischio si arriva con il punteggio di 1-1, anche se nel finale la Lazio rischia tanto e per poco non subisce il gol della sconfitta. Quella vista nel secondo tempo, è una buona Lazio che trova non solo il vantaggio, ma anche i ritmi di gioco giusti per mettere in difficoltà gli avversari, un’incertezza del portiere, però, nega la vittoria ai biancocelesti. Questo crea sicuramente un po’ di speranza nei tifosi biancocelesti, anche se quella di stasera è una partita che contava poco per entrambe le società.

 

Saint-Étienne (4-2-3-1): Moulin; Brison, Karamoko (27’ Bayal Sall), Pogba, Polomat; Clement, Diomande (55’ Pinheiro); Bahebeck, Corgnet (64’ Bamba), Eysseric; Maupay. A disposizione: Ruffier; Malcuit, Suljic, Saint-Louis. Allenatore: Galtier.

Lazio (4-4-2): Berisha; Basta, Mauricio, Hoedt, Konko; Felipe Anderson, Cataldi, Parolo, Oikonomidis (84’ Candreva); Matri (74’ Morrison), Djordjevic. A disposizione: Guerrieri; Klose, Gentiletti, Biglia, Murgia. Allenatore: Pioli.

 

ARBITRO: Blom (Olanda).

RETI:  51’ Matri (L), 75’ Eysseric (S.E.).

AMMONITI:  5’ Hoedt (L), 33’ Mauricio (L), 42’ Brison (S.E.), 73’ Cataldi (L).

ESPULSI: –

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento