30 Luglio 2021

Pubblicato il

Sperimentazione animale, metodi alternativi: la conferenza a Roma

di Redazione

Lunedì 10 marzo, appuntamento al Dipartimento di Scienze dell'Università Roma Tre

Superamento della sperimentazione animale: Possibile, necessario, dovuto” è il titolo della conferenza che si svolgerà  lunedì 10 Marzo, ore 15, presso l’aula F del Dipartimento di Scienze di Roma Tre, in via Leonardo Murialdo 1.

Ad affrontare lo “spinoso” tema di una ricerca efficace, che sia tale pur essendo “cruelty free”,  saranno i tre illustri accademici membri del Tavolo ministeriale Nastrucci – Penco – Tettamanti, e la Dott.ssa Carla Ramacciotti esperta in psicologia animale e docente all’Università di Pisa.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’Associazione Memento Naturae, nata a Roma nel 2006 e da sempre attiva nell’ambito dei diritti animali, sarà partecipe nella veste di organizzatrice. “Abbiamo lottato per realizzare questo evento” – dichiara Riccardo Oliva, presidente di Memento Naturae.  “Già nel 2006, quando ancora parlare di metodologie alternative alla sperimentazione animale era percepita come una cosa assurda, prendemmo contatti con il Direttore di questo Dipartimento per organizzare un evento simile, ci fu risposto che l’argomento non era d’interesse per la Facoltà e negato lo spazio per realizzarlo” – ricorda Riccardo. “A distanza di otto anni da quel giorno, grazie alla mediazione dei ragazzi di Direzione Futuro, abbiamo avuto la nostra rivincita. Personalmente, quella del 10 Marzo, la considero una doppia vittoria” – chiude Oliva.

L’evento ha immediatamente avuto un ottimo riscontro, tale da obbligare i rappresentanti di Direzione Futuro a domandare un’aula più grande rispetto a quella già designata. Ciò dimostra che il tema della ricerca senza animali, bollato anni fa dalla stessa istituzione universitaria come “non interessante per la Facoltà”, oggi incuriosisce e stimola i giovani ricercatori.

Di grande richiamo, oltre all’argomento, sono senz’altro gli ospiti che lo affronteranno e che provengono dal Ministero della Salute. Nastrucci – Penco – Tettamanti  furono nominati per quell’incarico difficile a seguito di una lunga negoziazione con l’ex Ministro Balduzzi, ed eletti a furor di popolo tramite una web consultazione. Fu un accadimento straordinario, un plebiscito animalista con quelle cifre e per quello scopo non si era mai verificato prima.

Purtroppo però, come ci ricorda Riccardo, “l’entusiasmo e la voglia di fare presto hanno dovuto scontrarsi con l’ostruzionismo da parte delle lobbies del farmaco interne al Ministero, pronte a difendere con ogni mezzo le ‘roccaforti’ di farmacologia tradizionale, merchandising dei vaccini e interessi delle multinazionali. Le stesse multinazionali che spesso immettono nel mercato sostanze nocive non ostante i test eseguiti sugli animali, dimostrando palesemente l’inefficienza degli attuali modelli di ricerca e la necessità di trovare nuove strade che siano possibilmente compatibili con il rispetto della vita animale” – chiude Oliva.
L’incontro del 10 Marzo sarà quindi un modo per rilanciare i lavori del Tavolo e dare nuova linfa ad un progetto ambizioso che non è stato ben accolto dal Dicastero Lorenzin,  a conferma di questo nei mesi scorsi è anche intervenuta la denuncia effettuata dal PAE nei confronti dell’attuale Ministro per omissione d’atti d’ufficio.

Entusiasti della iniziativa e del riscontro già avuto i ragazzi di Direzione Futuro, Carlo Filippi, rappresentante del gruppo commenta così: “Aspettiamo di vedere gli esiti pratici, che siamo comunque certi non deluderanno le aspettative. Anche stavolta Direzione Futuro è riuscita ad insinuare nel cuore dell’istituzione universitaria tematiche ‘scomode’ e dubbi su cui la società civile tutta dovrebbe interrogarsi senza pregiudizi”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento