Specialisti dell’Umberto I di Roma imputati per sperimentazioni su trans

3

Un primario, un chirurgo e una biologa del Policlinico Umberto I di Roma sono accusati di aver eseguito sperimentazioni non autorizzate su quattro pazienti trasgender. Le operazioni chirurgiche, effettuate tra il 2011 ed il 2013 per cambiare sesso da uomo a donna, hanno dovuto affrontare diverse infezioni e malattie dopo l'interevnto.

Il processo è iniziato oggi presso il Tribunale di Roma, Nona sezione penale. In realtà il procedimento era già cominciato nel 2015, ma è stato necessario ripartire da zero perché  c'è stato il cambio del giudice monocratico a udienza in corso. 

Le pazienti sostengono di non avre sottoscritto nessun consenso informato relativo al carattere sperimentale del tipo di operazione, che nel 2014 fu oggetto anche di una pubblicazione scientifica nella rivista "Plastic and Reconstructive Surgery".

 

Leggi anche:

Roma, esposto per una neonata morta al Policlinico Umberto I

Roma, Sindacati: Personale Policlinico Umberto I in stato agitazione