18 Maggio 2021

Pubblicato il

Solidarietà. SO.R.TE. al fianco dei senza fissa dimora

di Redazione

Inizia con un kit: questa l'iniziativa che vede i volontari di SO.R.TE. distribuire pasti caldi ai senza fissa dimora. Ieri sera in zona San Pietro

Dalle proprie case, a chi una casa non ce l'ha. E' il 20 novembre, le temperature non sono proprio confortevoli; è un giovedì sera come tanti. Uno di quei tanti giovedì sera stretti nei nostri cappotti, attorno al tavolo con la cena pronta, con la fortuna di avere un riparo confortevole. Ma non è così per tutti, spesso ce lo dimentichiamo. Non se lo dimenticano, però, i ragazzi di SO.R.TE., Solidarietà Romana sul Territorio, che, proprio in un giovedì sera come tanti, hanno consegnato pasti caldi alle persone senza fissa dimora, in zona San Pietro.

Non è la prima volta che i ragazzi di SO.R.TE. si confrontano con iniziative di questo tipo: Inizia con un kit, questo il nome del progetto, procede ormai da tempo e nel migliore dei modi. Da SO.R.TE. i volontari si dicono soddisfatti: "L'accoglienza che ci riservano in ogni occasione ci dà la consapevolezza che stiamo percorrendo la strada giusta, quella della solidarietà e della partecipazione", perché "il contatto con le persone per strada, di cui molti italiani, resta sempre il miglior mezzo per capire realmente quali siano i problemi che affliggono la nostra società". Inizia con un kit, prende vita un anno e mezzo fa circa. Dal settembre 2014, però, il progetto si è arricchito del patrocinio di Roma Capitale -Assessorato Sostegno Sociale e Sussidiarietà e Municipio II – Assessorato alle Politiche Sociali.

Solidarietà e partecipazione: sono dunque queste due le parole chiave di Inizia con un kit, un'iniziativa che vede la partecipazione di tanti italiani, soprattutto ragazzi, che si rimboccano le maniche da soli e non si voltano dall'altra parte. Ma anche di molti ristoranti, che contribuiscono nel portare pasti caldi alle persone senza fissa dimora (ieri sera, grazie al ristorante Tomoko Tudini sono stati distribuiti, pasta, pane, carne e patate). 

"Il nostro progetto Inizia con un Kit – ci spiega il presidente di SO.R.TE. Francesco de Crescenzo – prende sempre più vita adesso grazie anche alla collaborazione di alcuni ristoranti che ci forniscono pasti caldi da portare alle persone bisognose. Questo dimostra come la partecipazione di ognuno, nel suo piccolo, possa realmente fare la differenza". Anche de Crescenzo punta sul concetto di solidarietà e partecipazione, necessario per "portare un cambiamento concreto e per capire quali siano i problemi che affliggono la nostra società: scendere per strada, parlare e confrontarsi con le persone, resta sempre l'unica soluzione".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento