Sfratti a Roma, domani arriva il turno di 2 anziani, c’è presidio

1

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviato dall'Asia (Associazione Inquilini e Abitanti) e l'Usb (Unione Sindacale di Base).

"Dopo il rinvio al prossimo 10 novembre dello sfratto previsto questa mattina a Roma nei confronti di 8 inquilini del Piano di Zona Tor Vergata, ora tocca ad una coppia di anziani residenti del PdZ Longoni. Mercoledì, 21 settembre, stessa scena, stessi attori: gli inquilini resistenti sostenuti dall’AS.I.A/USB, truffati da società e cooperative che hanno speculato sull’edilizia sociale e che si mobilitano per fermare un’ingiustizia; gli sfrattati, due anziani residenti in via Pasquarosa Marcelli Bertoletti 4, che hanno pagato per anni canoni illegalmente maggiorati.  

Lo sfratto per morosità dei due coniugi è stato richiesto da un privato cittadino che ha acquistato dalla società costruttrice e affittato, in palese violazione di legge, la casa di edilizia agevolata. L’attuale proprietario disporrebbe addirittura di altri due alloggi, uno per giunta di edilizia agevolata,  e quindi non potrebbe usufruire di questa tipologia di intervento pubblico.

Su questa vicenda, cosa inaspettata, si era espressa l’Avvocatura capitolina, invitando la proprietà a restituire le somme indebitamente percepite. Ma l’Ufficiale giudiziario ha richiesto più volte l’intervento della forza pubblica, ripetutamente bloccata solo grazie alla solidarietà di molti cittadini romani.

L’AS.I.A./USB ribadisce la richiesta al nuovo Prefetto di Roma, Paola Basilone, di un intervento diretto di blocco degli sfratti e auspica che la nuova Amministrazione comunale, come previsto dal programma elettorale del M5S, metta fine alla truffa dei Piani di Zona riportando giustizia e serenità tra le decine di migliaia di famiglie vittime della speculazione edilizia che ha stravolto la nostra città".