21 Ottobre 2021

Pubblicato il

S. Camillo, D’Amato: Assessore sul posto, Ministro si affida ai social

di Redazione
"Non risultano ambulanze ferme, sono in trattamento 14 codici rossi, l'affluenza rientra nei limiti e l'organico in servizio e quello previsto dalle normative"
Ospedale San Camillo Roma
Ospedale San Camillo di Roma

"Dal verbale dei NAS non emergono rilievi particolari circa l'assistenza sanitaria prestata ai pazienti, seppur in un momento di grande afflusso nel quale la privacy è subordinata all'assistenza sanitaria. L'azienda ospedaliera San Camillo di Roma è una eccellenza del sistema sanitario nazionale come dimostrato di recente sul caso del paziente Sammy Basso che ha ricevuto al San Camillo l'assistenza che non ha avuto a Boston.

Il compito delle istituzioni, a partire dal Ministro, è quello di tutelare e migliorare il sistema sanitario pubblico e non quello di denigrarlo. Noi difendiamo il San Camillo, il Lazio e la sua autonomia, i lavoratori  della Sanità e i cittadini. I commissariamenti si realizzano in presenza di chiare condizioni che oggi non ci sono più. Vigileremo perché non si commettano abusi di potere". Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che si trova al San Camillo.

"Mi trovo al San Camillo per verificare la situazione mentre il Ministro si affida ai social. Al momento non risultano ambulanze ferme, sono in trattamento 14 codici rossi, l'affluenza rientra nei limiti e l'organico in servizio e quello previsto dalle normative", conclude D'Amato. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo