Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

“Romics 2013”

di Redazione

Fantasy, horror e centinaia di personaggi dei cartoon internazionali e cosplay alla Fiera di Roma

Fianco a fianco con Biancaneve e, poco più in là, un gruppo di zombie che aggredisce un alieno appena sceso da un disco volante lasciato in divieto di sosta!
Questo e molto, molto altro è quello che sarebbe potuto accadere alle migliaia di appassionati o semplici visitatori che hanno affollato i padiglioni della Fiera di Roma in occasione della nuova edizione del “ROMICS” che si è chiusa ieri.
La manifestazione è da sempre seguitissima e le centinaia di figuranti in maschera e “cosplay” che hanno celebrato il loro amore per i personaggi dei fumetti e del cinema dando spettacolo negli spazi della fiera, ne sono una dimostrazione.
Stand presi d'assalto, alla ricerca di questo o quel giornalino, pupazzo, miniatura rara, pezzi unici, o quasi, che arrivavano da tutto il mondo con, chiaramente, il Giappone in testa.
Tantissimi i ragazzi che hanno voluto provare l'ebrezza del trucco cinematografico che li avrebbe trasformati in pericolosi zombie o in inquietanti mutanti grazie a truccatori professionisti del settore fantasy disponibili al trattamento per una manciata di euro.
Tra le centinaia di maschere e personaggi viventi come i classici Batman e Uomo Ragno che si aggiravano tra i padiglioni uno ha particolarmente colpito l'attenzione del pubblico, Predator.
Il personaggio alieno protagonista della saga cinematografica di successo era lì, ad un passo da noi, in carne ed ossa, artigli e zanne! Incredibilmente simile al mostro del film, ha fatto non poca fatica a muoversi tra la folla che gli chiedeva continuamente foto e pose accattivanti. Accanto a lui una splendida Catwoman in pelle nera e tacchi a spillo, armata di frusta e sensualità, come la Michelle più nota del grande schermo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tra la folla abbiamo incontrato il creatore del costume di Predator, Tiziano Morelli, per farci raccontare qualcosa della sua creatura e del suo lavoro. “La mia, ci ha detto Tiziano, è una passione per l'horror e il fantasy che nasce da bambino. Ogni volta che guardavo un film mi chiedevo come facessero a creare certi personaggi, certe maschere. Mi intrigava, ha continuato, il lavoro dietro la macchina da presa”. Intanto uno sfinito Predator si avvicina e ci chiede un sorso d'acqua con una cannuccia! “Questo personaggio, ad esempio, ha proseguito Tiziano, è uno di quelli che mi piace di più e che riscuote successo in tutta Italia. Approfitto per ringraziare l'amico Gabriele de Franchi che è dentro il costume e dà vita al mio mostro”. Si avvicina anche Catwoman, una foto, un colpo di frusta e sparisce di nuovo!
Creare un costume come questo, chiedo, sarà estremamente impegnativo, immagino. “Ho coltivato la mia passione frequentando la scuola d'arte dove ho approfondito tecniche e conoscenze che poi, da autodidatta, ho iniziato a mettere in pratica. Da qualche tempo, ha continuato Tiziano Morelli, ho il mio studio a Roma, il Laboratorio 51, dove lavoro e creo maschere e personaggi su commissione. La richiesta del mercato sembra essere in aumento e in molti si sono accorti della mia professionalità.”
Un gruppo di bambini ci “investe” all'inseguimento della principessa di turno. Un tizio ha uno scatolone in testa con due luci che si accendono ad intermittenza…dice che è un televisore! Mah! Se lo dice lui… Salutiamo Tiziano e il suo mostro colpito dai flash. Andiamo a cercare Superman, pare sia atterrato da poco… Romics è anche questo!

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento