07 Marzo 2021

Pubblicato il

Roma, trasporti: importanti novità in arrivo per Atac

di Redazione

Sono state gettate le basi per riorganizzare il servizio e renderlo più funzionale, per le nuove necessità connesse al Giubileo

Una canzone di Pierangelo Bertoli, certamente non tra le più note, comincia così: "Siam tutti qui sull'autobus seduti ed assonnati, corron con poca voglia gli ultimi arrivati. Ognuno prende il posto in fondo al suo cantone, si chiude in un silenzio  che è fatto di oppressione e gli operai sull'autobus son pronti per partire, le donne i vecchi e  i giovani son stanchi di aspettare." E' o no l'immagine fedele della quotidianità di chi viaggia? Ritengo che i margini di dubbio siano piuttosto esigui. Eppure, c'è uno spiraglio luminoso di buona volontà e di impegno concreto, che val davvero la pena sottolineare. A seguito di un'intesa di massima, siglata il 17 luglio scorso tra Atac, Cgil, Cisl e Uil, sono state gettate le basi per la riorganizzazione del servizio, allo scopo di renderlo più funzionale, considerando le necessità logistiche connesse al Giubileo. Secondo quanto spiega Atac: 'Allo stato attuale, sono in corso verifiche, per procedere alla sottoscrizione anche con altre organizzazioni sindacali.'  Il piano prevede il raddoppio dei controllori, circa trecento precari stabilizzati e un gettone di indennizzo di 70 Euro per autisti e macchinisti, che su base volontaria si presteranno ad intensificare i turni servizio sulle tratte da coprire. Secondo questi termini, verranno stabilizzati circa 300 autisti con contratto a termine, secondo le norme di defiscalizzazione e decontribuzione, previste da Job Act, con retribuzione fissata per i primi 30 mesi, al solo contratto nazionale. Per il prossimo mese di gennaio, saranno dunque resi operativi i nuovi turni, con elevazione della punta massima giornaliera. Tornando a Pierangelo Bertoli e al suo "Autobus", leggete quest'altra parte del testo che conclude il brano: "Ci esplode dal di dentro la voglia di cambiare, insieme alla certezza che adesso si può fare. L'autobus ora è vita, il sole è entusiasmante, che bel mattino è questo: domani sarà raggiante." Ma si! Bando al pessimismo una volta tanto! Con le idee e la volontà, non ci vuole chissà cosa per migliorare certe situazioni e nella fattispecie, trattandosi del settore dei trasporti, stiamo parlando di un settore davvero nevralgico per la vita dei cittadini. Di conseguenza, grazie ad una buona dose di ottimismo ritrovato, lasciatemelo dire con compiacimento: Io mi attacco all'Atac.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento