07 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma spennacchiata a Natale, mentre le capitali europee vestono a festa

di Redazione

Notizia di poco fa è che secondo l'esperto l'albero è in fin di vita e non arriverebbe a Natale...

Sembra una burla ma non lo è, mentre le capitali europee fanno di tutto per attrarre i turisti per le festività natalizie, gli amministratori di Roma sembra che facciano di tutto per allontanarli. Non toccheremo argomenti scontati, sporcizia, trasporti, iniziative scialbe per contrastare l'abusivismo nel settore  turistico, ma solo le festività, dall'8 dicembre al giorno dell'Epifania, il giorno in cui si concludono. L'8 Dicembre prende il via l'addobbo ufficiale della città, ma Roma si è svegliata tardi e male, mettendo a Piazza Venezia un albero di Natale che sicuramente non ha colpe però è spelacchiato, questo è il nome, "Spelacchio", che i Romani gli hanno attribuito. Spelacchiato e storto, che per tenerlo dritto ci hanno messo due tiranti di acciaio e senza luci. Poi capita che si cominci a rumoreggiare e allora corrono ai ripari, vanno in qualche magazzino dove ci sono delle luminarie, abbandonate non si sa da quanto, gliele girano intorno e il gioco è fatto. Notizia di poco fa è che secondo l'esperto l'albero è in fin di vita e non arriverebbe a Natale.

Passiamo a Piazza Navona, luogo adorato dai bambini, luogo incontrastato per i piccoli regali e per gli addobbi della casa, con il tripudio finale della giornata della Befana. Con fulgida e lungimirante iniziativa hanno ammazzato anche questa. L'assessorato al commercio ha fatto "Tredicine" senza giocare la schedina, perche?  A detta dei participanti al bando poi è impossibile ricavare guadagni per coprire la spesa del suolo pubblico. Se poi passeggiamo per Roma vediamo quello che vediamo sempre. Non è poco, ma di Natale c'è niente se non qualche iniziativa, lodevolissima, di privati cittadini. Cara Raggi grazie di aver messo a letto Roma prima delle feste, che forse hai ragione, magari sotto le feste si mangia sempre troppo e alcuni alzano un po' il gomito… Con te, tranquilla, il 7 gennaio quando ci sveglieremo diremo come sempre…. anche questa è passata. Grazie e Auguri.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento