16 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma, SI: Dopo 2 anni Governo, Giunta mostra limiti su tema fondamentale

di Redazione

"Il problema non è semplice da affrontare anche se, riandando alle dichiarazioni dei 5Stelle di quando erano all'opposizione proclamavano che era tutto facile"

Era già tutto previsto. La rivolta dei cittadini del Laurentino rischia di non fare nemmeno notizia, tanto era scontata l'inevitabile reazione ad una situazione divenuta ormai insostenibile in gran parte della città, con i vari quartieri che, a rotazione, subiscono i ritardi e i disservizi dell'Ama. Dopo due anni di "governo" della città, questa giunta sta mostrando tutti i suoi limiti su uno dei problemi fondamentali nell'amministrazione di una grande città; quello della gestione dei rifiuti.

Il problema non è sicuramente semplice da affrontare anche se, riandando alle dichiarazioni dei 5Stelle di quando erano all'opposizione proclamavano che era tutto facile e, su questa sicumera, hanno raccolto il consenso elettorale.

Vale la pena di ricordare che, dopo la chiusura della discarica di Malagrotta fatta dal Sindaco Marino – giudicata da alcuni un po' avventata – si erano messe in atto misure tampone come gli accordi infraregionali per l'invio temporaneo di una parte dei rifiuti in altre regioni ed anche, per una piccola parte, all'estero, mentre si progettavano i necessari impianti di trattamento e, nel breve tempo di governo prima di essere rimosso per una questione di scontrini, quella giunta ha praticamente raddoppiato la raccolta differenziata a Roma.

L'attuale giunta Raggi, nello stesso periodo di tempo, è riuscita a peggiorare quella situazione; non ha dato nessuna indicazione di nuovi impianti di trattamento dei rifiuti, nascondendosi dietro una pretestuosa diatriba e un rimpallo di responsabilità con la Regione Lazio; la raccolta differenziata ferma al palo, con un misero zero virgola in più rispetto ai dati 2015 e, soprattutto, prospettive fosche per il futuro visto che anche quei provvedimenti tampone, transitori, attuati dalla precedente Amministrazione sono arrivati a scadenza.

Persino i primi tre progetti pilota di Colli Aniene, Decima e Massimina, per circa dieci anni fiore all'occhiello per una raccolta differenziata porta a porta di eccellenza, stanno naufragando nel disservizio generalizzato. Gli unici atti concreti di questa giunta sono stati il balletto degli avvicendamenti degli Assessori all'Ambiente e dei responsabili dell'Ama. Cosi' in un comunicato Si. (Comunicati/Dire) (Foto di repertorio)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento