11 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma, notte di arresti per una Halloween stupefacente

di Redazione

In manette sono finiti 16 pusher, 9 italiani, 6 romani, un palermitano e due della provincia di Teramo e 7 cittadini stranieri

Circa 500 dosi di droga – tra marijuana, hashish e cocaina – una pianta di marijuana, e oltre 1.200 euro in contanti. E’ quanto sequestrato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nel corso dei blitz antidroga eseguiti la notte di Halloween, appena trascorsa. I controlli hanno interessato le aree della Capitale maggiormente frequentate dai giovani e dai turisti: Termini, Trastevere, Marconi, Eur, San Lorenzo e Piazza Vittorio Emanuele II. In manette sono finiti 16 pusher, 9 cittadini italiani, 6 romani, un palermitano e due della provincia di Teramo e 7 cittadini stranieri – quattro egiziani, un algerino e due senegalesi.

Gli arrestati, di età compresa tra i 17 e i 60 anni, molti già noti negli ambienti della droga, sono tutti accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dell’operazione, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno sorpreso i pusher, in piazza e davanti ai locali, in flagranza mentre cedevano la droga agli acquirenti, tutti identificati e segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo, quali assuntori.

In particolare, in via Salvatore Pincherle, a casa di due degli arrestati, studenti della provincia di Teramo, di 26 e 27 anni, i Carabinieri hanno rinvenuto, all’interno delle rispettive camere da letto, oltre 70 dosi di marijuana e di hashish, già pronte allo spaccio, e una pianta di marijuana, con annesso materiale per la coltivazione e la successiva lavorazione. I due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Degli altri arrestati, tutti, tranne il minorenne che è stato accompagnato al Centro Prima Accoglienza Minori di via Virginia Agnelli, sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento