08 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma Metropolitane, Raggi: liquidazione controllata passaggio necessario

di Redazione

"A chi dice che parliamo sempre del passato dico che oggi assistiamo agli effetti di un passato che non passa ma che è ancora ben presente"

"La liquidazione controllata di Roma Metropolitane, che vuol dire che il liquidatore viene nominato dall'Assemblea capitolina, allo stato attuale è un passaggio necessario". Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo in Assemblea capitolina per comunicazioni sulla grave situazione societaria di Ama e Roma Metropolitane.

"Abbiamo individuato una strada che consente di salvaguardare le opere e avviare un piano di risanamento e riequilibrio oltre che assicurare l'equilibrio gestionale della società, che al momento è assente. Roma Metropolitane non è in equilibrio né gestionale né finanziario", ha sottolineato Raggi.

"Negli anni sono state necessarie ripetute immissioni di denaro pubblico, ovvero di ricapitalizzazione: ogni anno la società brucia sei milioni di euro, quindi la ricapitalizzazione non era un'opzione, ma un circolo vizioso. Qui si tratta di mettere in sicurezza i conti come per tutte le altre aziende. 

A chi ci accusa di voler licenziare i lavoratori e indebolire le partecipate rispondiamo che stiamo semplicemente rimediando ai disastri che ci hanno lasciato. A chi dice che parliamo sempre del passato dico che oggi assistiamo agli effetti di un passato che non passa ma che è ancora ben presente. Noi ci siamo assunti la responsabilità di assumere quelle scelte che per anni tutti dicevano di voler fare ma nessuno ha fatto", ha affermato la prima cittadina della Capitale.

"Vorrei evitare strumentalizzazioni, di cui voi lavoratori purtroppo siete le vittime – ha continuato Raggi – Dicono che non abbiamo effettuato nuove commesse, non è vero. In realtà da quando siamo arrivati Roma Metropolitane ha avuto nuove commesse: per esempio la funivia Battistini-Casalotti, la funivia Magliana-Eur Magliana, il prolungamento della funivia Laurentina, la filovia Ponte Mammolo-Sant'Andrea, il parcheggio Por Anagnina, i parcheggi Por Villa Bonelli e Ponte Mammolo, i parcheggi di Conca d'Oro e Annibaliano, l'adeguamento e potenziamento funzionale della linea A.

E ce ne sono altri, questi erano solo esempi. Quindi le commesse sono arrivate", ha detto la sindaca. 

"A oggi sono aperte tutte le ipotesi per garantire il futuro dei lavoratori senza escludere la possibile ricollocazione in altre società del gruppo Roma Capitale. Questo percorso sarà condiviso costantemente con i sindacati", ha riferito Virginia Raggi, intervenendo in Assemblea capitolina per comunicazioni sulla situazione societaria di Ama e Roma Metropolitane. (Mgn/ Dire) 

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento