11 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma, il cinema Avorio chiude, nonostante il successo di pubblico

di Redazione

Venerdì 26 e sabato 27 saranno gli ultimi due giorni per vedere le luci del Cinema Avorio accese

Un altro pezzo di cultura, spettacolo e intrattenimento di Roma, se ne va.

È sempre triste dover commentare notizie come questa. Quando un teatro, un cinema propongono, nonostante mille difficoltà, spettacoli di qualità, cultura e riescono a ottenere buon successo anche da parte del pubblico, tutto ci si potrebbe aspettare tranne la fine di uno show che dovrebbe, invece, continuare. 

La cultura e lo spettacolo, quello vero, evidentemente non sono priorità e la disarmante consuetudine di luci e cotillon messi da parte, prosegue.

Di seguito, il comunicato stampa del cinema Avorio. Non mi pare ci possa essere altro da aggiungere. 

"Ogni giorno un Cinema muore.
L'Italia è in pieno declino culturale, aumentano le sale scommesse e il gioco d'azzardo, ma biblioteche, librerie, teatri e cinema stanno progressivamente sparendo dalle nostre città, dopo essere scomparsi dai piccoli centri abitati.

Il Cinema Avorio ha provato a dare il suo piccolo contributo con un’attività di intrattenimento che prevedeva la proiezione dei grandi capolavori del Cinema, ampliando l’offerta con concerti di musica dal vivo, sonorizzazioni sperimentali e videoarte.

Risultato: grande successo di pubblico, i romani e il quartiere non hanno perso la voglia di vivere uno spazio come il Cinema Avorio che è stato visitato da oltre 30.000 persone nei tre mesi di attività temporanea.

Oggi è un giorno triste, perché la nostra proposta di rinnovo di contratto (nonostante fosse di oltre 6.000,00 euro di canone mensile e 350mila di investimenti) non è stata accettata.

Venerdì 26 e sabato 27 saranno gli ultimi due giorni per vedere le luci del Cinema Avorio accese, noi speriamo in un colpo di scena, come nelle migliori avventure, ma la realtà spesso non è come un film.
#savecinemaavorio".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento