Roma e decoro, sì alla solidarietà ma fate rispettare le regole

27

Succede dappertutto in giro per la Capitale, non esistono zone franche, la città è usata come un bagno pubblico. E' naturale pensare che persone che si lavano nelle fontane o quelli che si denudano per strada per orinare o defecare siano poveri diavoli in difficoltà ma a loro si deve un aiuto a stare meglio non la concessione a fare tutto il peggio possibile perché stanno male. Non ci vogliono proclami che richiamino la tolleranza zero proprio perché non servono, sono inutili e non producono nulla di buono. Seve invece la politica più semplice, con regole chiare e messe in atto, senza cattiveria ma con puntualità. Sì alla solidarietà ma fate rispettare le regole.