12 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, due 49enni romani in zone diverse tentano il suicidio

di Redazione

Nella stessa giornata, due casi differenti accomunati dalla stessa età e stesso intento dei protagonisti

Il primo episodio si è verificato intorno alle 19.00 di sabato scorso. Ricoverato al Policlinico Gemelli, l’aspirante suicida, un 49enne romano, ha telefonato al 112 NUE preannunciando la sua intenzione di farla finita.

Quando gli agenti del Reparto Volanti sono giunti sul posto, hanno immediatamente individuato la stanza al 9 piano del nosocomio dove, seduto a cavalcioni sul davanzale della finestra, hanno trovato l’uomo che stringeva tra le mani un coltello da cucina e parte di una stampella utilizzati dallo stesso per minacciare i poliziotti e tenerli lontani da lui.

Gli agenti da subito hanno tentato di stabilire con lui un dialogo. Questo  ha iniziato a raccontare di aver subito l’amputazione di un piede e di essere in attesa di un nuovo intervento chirurgico. Stanco dei tempi di attesa però, aveva deciso di farla finita.

Dopo qualche minuto di conversazione, quando si è reso conto della presenza dei vigili del fuoco che stavano iniziando le manovre per la messa in sicurezza della zona sottostante, l’uomo per poter fare leva con le mani sulla finestra si è disfatto del coltello e della stampella gettandoli a terra.

Così si è sbilanciato verso l’esterno per lanciarsi nel vuoto ma i poliziotti prontamente e con non poca difficoltà, si sono gettati verso di lui afferrandolo e rischiando loro stessi di cadere. Messo in sicurezza è stato soccorso e affidato alle cure dei sanitari.

Due ore più tardi, questa volta in via delle Cincie, un uomo, anche lui romano di 49 anni, a causa della fine della relazione con la compagna, disperato ha scavalcato la ringhiera del balcone dell’appartamento dove vivevano insieme ed ha tentato di lanciarsi nel vuoto. Solo l’intervento repentino dei poliziotti, giunti sul posto a seguito della segnalazione di una lite tra la coppia, ha evitato il peggio.

Afferrato per le gambe, malgrado il suo tentativo di liberarsi dalla presa, gli agenti l’hanno messo in salvo. Sul posto è stata fatta richiesta di personale sanitario che ha provveduto alle cure del caso.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento