11 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma. Caso scontrini, Ignazio Marino al processo d’appello il 5 dicembre

di Redazione

Fu assolto in primo grado dalle accuse di peculato, truffa e falso

Il 5 dicembre prossimo l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, tornerà in aula di tribunale per il processo d'appello sul caso scontrini e le consulenze dell'Onlus "Imagine", a circa un anno di distanza da quando fu assolto in primo grado dalle accuse di peculato, truffa e falso. La procura lo accusava di aver offerto 56 cene private utilizzando la carta di credito "aziendale" del Comune di Roma e di aver fatto percepire alla sua Onlus compensi non dovuti.

I pm Roberto Felici e Pantaleo Polifemo, titolari del fascicolo, nel gennaio scorso hanno impugnato l'assoluzione dell'ex primo cittadino. In primo grado, al termine di un processo condotto con rito abbreviato, avevano chiesto la condanna di Marino a 3 anni e 4 mesi di reclusione. Il gup Pierluigi Balestrieri, però, lo aveva assolto con la formula "perché il fatto non sussiste", comuica "Il Messaggero".

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento