Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Novembre 2020

Pubblicato il

Roma, bomba rinvenuta in fabbricato nel centro città

di Redazione

La bomba, testimonianza della prima guerra mondiale, è stata rinvenuta in un fabbricato a via dei Cappellari, in pieno centro

bomba centro roma
La bomba è stata rinvenuta a Trastevere

La bomba è spuntata fuori alle ore 11:30 a via dei Cappellari, vicino a Campo de’ Fiori, in pieno centro di Roma, nel corso dei lavori di ristrutturazione del piano terra di un fabbricato. L’allarme, dato al 112 dagli operai che stavano lavorando al piano terra di un fabbricato, ha visto l’intervento di quattro pattuglie degli agenti del Gruppo Trevi, di carabinieri e polizia locale. In seguito, gli artificieri dell’Esercito hanno avviato la bonifica in coordinamento con la Questura di Roma.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le operazioni, che si sono susseguite nella tarda mattinata di oggi, hanno comportato lo sgombero dell’area per un raggio di cento metri, coinvolgendo un totale di 100 persone. Si è anche proceduto alla chiusura di via dei Cappellari sino all’altezza di via del Pellegrino. La nota diramata dall’Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito parla della disattivazione della spoletta dell’ordigno, il quale verrà trasportato e fatto brillare in un luogo sicuro. La bomba da mortaio, un oggetto di 81mm per 2,8 kg di peso, è testimone del primo conflitto mondiale e per circa 105 anni è rimasta sepolta nel sottosuolo alla profondità di un metro.

Vuoi la tua pubblicità qui?
bomba centro roma
Carabinieri a Trastevere (immagine di repertorio non collegata al ritrovamento dell’ordigno)

La bomba nel centro Roma è l’ultima di una lunga serie di ritrovamenti

Non si tratta del primo caso di rinvenimento di manufatti simili. Il solo 2019 ha visto la bonifica di 34mila ordigni per un totale di 2.166 interventi. Nel conto rientrano anche 19 bombe aeree di grande capacità. Risale infatti al mesi di gennaio il rinvenimento di un ordigno a Pomezia, fra via delle Orchidee e via delle Mimose.

Ancora, il 22 dicembre 2019 circa 5mila abitanti di Palestrina e Zagarolo hanno lasciato le proprie case per permettere il disinnesco e la bonifica di una bomba della seconda guerra mondiale. Sempre del secondo conflitto i tre ordigni bellici di manifattura tedesca rinvenuti nel 2019 nei piazzali di sosta degli aerei nello scalo di Ciampino.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento