Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

Ama

Roma. Ama, Zaghis: “Orgoglioso di averla risanata, spero possa evolversi ancora”

di Lorenzo Villanetti
"Sono state poste le fondamenta che rendono possibili obiettivi sfidanti" dichiara l'ex Amministratore Unico di Ama
Camion Ama
Camion Ama

Come riportato dall’agenzia Dire, nella giornata di oggi, 5 novembre, si è riunita l’Assemblea dei Soci di AMA Spa, la quale ha preso atto delle dimissioni di Stefano Zaghis. Quest’ultimo, in precedenza Amministratore Unico dell’azienda, dal prossimo 15 novembre andrà ad assumere l’incarico di amministratore presso un’altra azienda. A prendere il suo posto sarà Angelo Piazza, che ricoprirà dunque l’incarico di Amministratore Unico di Ama.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Orgoglioso di aver risanato Ama”

Zaghis rivela: “Sono felice e orgoglioso di aver guidato per due anni questa azienda che ho preso sull’orlo della liquidazione giudiziale e riconsegno all’amministrazione di Roma Capitale risanata e nel pieno dell’attuazione del Piano Industriale 2020 – 2024“.

“Spero che possa evolvere ulteriormente da ogni punto di vista”

“Mi auguro – prosegue l’ex Amministratore Unico di Ama – che essa possa evolvere ulteriormente da ogni punto di vista: patrimoniale, economico e industriale, per il bene dei suoi lavoratori e di tutti i cittadini.

Con il Piano di Risanamento e il nuovo Piano Industriale sono state poste le fondamenta che rendono possibili obiettivi sfidanti in tal senso. Sono certo che chi si appresta a proseguire l’importante lavoro di guida della più grande azienda dei servizi di igiene urbana di Italia saprà dare a tutto ciò ulteriore sviluppo.

Ringrazio tutti quei miei collaboratori che durante questi due anni mi hanno affiancato con senso di responsabilità, professionalità e dedizione, senza i quali questi risultati sarebbe stati impossibili”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo