21 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma 2024, Raggi: “Olimpiadi? Da irresponsabili farle a Roma”

di Redazione
Dopo il mancato incontro con la delegazione organizzatrice, la Raggi spiega le ragioni del no a Roma 2024: "Non vogliamo Olimpiadi del mattone"

"E' da irresponsabili dire sì a questa candidatura". Questo è l'incipit della conferenza stampa di Virginia Raggi subito dopo il mancato incontro con Malagò. "Non abbiamo nulla contro le Olimpiadi e lo sport, che è parte integrante del nostro programma, ma non vogliamo che lo sport sia utilizzato come pretesto per ulteriori colate di cemento per la città". Le sue parole sono state accolte da un applauso dei presenti in sala della Protomoteca in Campidoglio.

"Ci ricordiamo bene come sono andati i mondiali di nuoto. Siamo pieni di impianti inutilizzabili. Per noi non possono essere questo le Olimpiadi. Quindi no alle Olimpiadi del mattone. Assolutamente no. Le Olimpiadi si rilevano un grande affari per le lobby dei costruttori".

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Le Olimpiadi sono un assegno in bianco che firmano le città ospitanti. Lo dice l'Università di Oxford, non Virginia Raggi o il M5S. I costi aumentano sempre. Sono un sogno che si trasforma in un incubo".

"Nel 2015 abbiamo finito di pagare il mutuo dei Mondiali del 90. Il mutuo dei Giochi invernali del 2006 di Torino lo stiamo ancora pagando. Per non parlare delle opere abbandonate- ha ricordato Raggi- sia quelle di Torino 2006 che quelle dei mondiali 2009 come le vele di Calatrava"

"Sistemeremo gli impianti esistenti. Trasformeremo cantieri fatiscenti in occasioni. La Città del nuoto di Calatrava diventerà la vela della conoscenza grazie ad un accordo con l'ateneo di Tor Vergata". "Il nostro è un progetto più ambizioso, è quello di riqualificare i servizi e restituire ai romani una città che sia all'altezza delle più grandi capitali europee. Non ci servono altre cattedrali nel deserto e investimenti che pagheremo per anni e anni"

Poi ricorda che anche le altre città hanno ritirato la candidatura per i Giochi del 2024: "Anche Boston, Amburgo e Madrid hanno fatto le stesse nostre valutazioni, e come biasimarle? Io sono il sindaco di Roma e la mia valutazione alla luce della situazione disastrata e'' che queste Olimpiadi non siano sostenibili ma che portino solo ulteriori debiti".

Poi sul mancato incontro con Malagò: "Ho avuto modo di incontrare Malagò in campagna elettorale. Purtroppo oggi ho avuto un contrattempo e ho fatto qualche minuto di ritardo. Mi dispiace che mentre io lo facevo avvisare che stavo entrando lui è andato via".

Un incontro che però si ripeterà già domani, per la candidatura di Roma all'Europeo di calcio del 2020: "Se il Coni sapeva del nostro no? Domani incontreremo di nuovo Malagò per quanto riguarda gli Europei del 2020. Non credo ci saranno particolari preclusioni, la nostra posizione sulle Olimpiadi è nota da anni"

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo