28 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma 0-3 Porto: il sogno della Lupa finisce ai preliminari

di Redazione
La Roma fallisce il primo obiettivo stagionale. Il ritorno dei preliminari di Champions League finisce 0-3 e arriva l'eliminazione dalla competizione

La Roma fallisce il primo obiettivo stagionale, non riuscendo ad approdare alla fase a gironi della Champions League. Allo stadio Olimpico la partita di ritorno dei preliminari contro il Porto finisce, infatti, 3-0 in favore degli ospiti che, con il pareggio dell’andata, continuano la corsa verso la finale di Cardiff. I gialorossi capitolano subito, subendo la rete dello svantaggio dopo pochi minuti, poi rimangono in 9 e crollano nel finale di gara. Per la Roma adesso si aprono le porte dell’Europa League.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La partita comincia in salita per la Roma che, già all’8’minuto, va subito in svantaggio: calcio di punizione dalla trequarti battuto perfettamente da Otavio, la difesa giallorossa si dimentica di Felipe Monteiro che svetta indisturbato da pochi passi e di testa insacca alle spalle di Szczesny. La squadra di casa cerca subito la reazione per rimettere in piedi la gara con Nainggolan che svetta sul suggerimento di Perotti dalla sinistra, ma il pallone termina alto sopra il montante alto della porta. La partita prosegue con le due squadre che si affrontano a viso aperto, ma a 5 minuti dalla fine del primo tempo gli equilibri della gara, come all’andata, si spezzano: De Rossi interviene in ritardo e con il piede a martello su Maxi Pereira, l’arbitro senza indugi gli mostra il rosso e lo spedisce sotto la doccia anzitempo. Strada in salita per i giallorossi che si ritrovano sotto di una rete, per la qualificazione ne servirebbero almeno due, e l’uomo in meno. Anche per gli ospiti, però, arriva una tegola con Maxi Pereira costretto ad abbandonare il campo in barella. Nella ripresa, al 50’, arriva, però, il secondo cartellino rosso per la Roma che rimane in 9: Corona cerca di scappare sulla fascia, Emerson entra in ritardo e lo falcia, anche qui Szymon non ha nessun dubbio e estrae il rosso per il brasiliano entrato nel finale della prima frazione. La squadra di Spalletti ha davanti un’immensa montagna da scalare, ma con orgoglio prova a rimettersi in gioco grazie soprattutto alla velocità dei due esterni. La partita si innervosisce con la Lupa in evidente difficoltà vista la doppia espulsione che costringe i centrocampisti ad un doppio lavoro. I padroni di casa continuano comunque a spingere con il Porto che difende il preziosissimo vantaggio con le unghie e con i denti.  A 17’ dal termine la Roma si scopre nel disperato tentativo di trovare il pari e i portoghesi affondano e in due minuti mettono in cassaforte il risultato. Minuto 73, Roma completamente sbilanciata, lancio lungo per i biancazzurri con Layun che ha di fronte una prateria, uscita a vuoto di Szczesny, il messicano lo supera e insacca a porta sguarnita. Poco più di un giro di orologio e Corona scarta con un doppio passo Manolas e spara sotto l’incrocio una botta che sorprende l’estremo difensore giallorosso sul primo palo. Dopo un minuto di recupero, arriva il triplice fischio che regala alla squadra di Espirito Santo il pass per i gironi della Coppa con le grandi orecchie, per la Roma, invece, si aprono le porte dell’Europa League. La stagione della società capitolina si apre, dunque, con una delusione, un obiettivo già svanito che poteva valere tanto, sia in termini di prestigio che in termini economici.

 

Roma (4-3-3): Szczesny; Bruno Peres, Manolas, De Rossi; Jesus, Nainggolan, Paredes (42’ Emerson), Strootman; Salah, Dzeko (59’ Iturbe), Perotti (86’ Gerson). A disposizione: Alisson, Fazio, Totti, El Shaarawy. Allenatore: Luciano Spalletti.

Porto (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira (45+2’ Layun), Felipe, Marcano, Alex Telles; Herrera, Danilo Pereira, André; Corona, André Silva (66’Adrian Lopez), Otavio (57’ Sérgio Oliveira). A disposizione:  José Sà, Ruben Neves, Evandro, Varela. Allenatore: Nuno Espirito Santo.

ARBITRO: Marciniak Szymon (Polonia).

RETI: 8’ Felipe (P), 73’ Layun (P), 75’ Corona (P).

AMMONITI:  14’ Herrera (P), 31’ Otavio (P), 57’ Sérgio Oliveira (P), 66’ André Silva (P), 90’ Strootman (R).

ESPULSI: 39’ De Rossi (R), 50’ Emerson (R).

 

*Foto di Claudio Pasquazi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo