30 Luglio 2021

Pubblicato il

Roberto Giachetti a muso duro su Virginia Raggi

di Redazione

"A Roma quello che si deciderà di importante lo deciderà la Casaleggio associati e non il sindaco"

"C'è un'anomalia: chi dovesse fare il sindaco per i 5 stelle ha firmato un contratto con la ''Casaleggio e associati'' in ragione del quale le decisioni non saranno prese dal sindaco e dal consiglio comunale, ma da quello che deciderà la Casaleggio e associati. A Roma quello che si deciderà di importante lo deciderà la Casaleggio associati e non il sindaco". Lo dice il candidato a sindaco di Roma del Pd, Roberto Giachetti, a margine di una iniziativa a Villa Ada.

Raggi non fa altro che "sfuggire dal merito dei problemi e spara a palla incatenate su un binario che per me è un binario morto – avverte Giachetti – Siamo al punto che la candidata a sindaco, non sapendo cosa dire, insieme a un leader popolare del M5S, nel giorno in cui l'ex tesoriere della Margherita Lusi è stato condannato a 7 anni, hanno fatto uno ''straordinario'' video la cui sintesi è ''Lusi condannato a 7 anni. E Giachetti dove era?''. Io, cara Raggi – incalza Giachetti – in quegli anni facevo il segretario della Margherita di Roma, io sono l'unico che l'ha fatto per tre  anni e, nelle casse del partito, quando me ne sono andato, ci stavano 10 o 20mila euro in più".

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Quando ho sentito questa cosa mi pizzicavano le mani ma io non accetto di percorrere questa strada. Io non lo farò mai per la mia etica, non lo farò mai – si accalora il candidato sindaco Pd – Cara Raggi, potrai vincere le elezioni così ma prendi il voto sulla base di una impostazione etica disgustosa", conclude Giachetti fra gli applausi.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento