09 Aprile 2021

Pubblicato il

Race for Life, al via la 4^ edizione

di Redazione

Alle Terme di Caracalla giornata di sport per supportare la prevenzione del suicidio

Un inno alla vita, un aiuto per chi pensa di essere solo, un sostegno per chi ha perso una persona cara. E' la quarta edizione della "Race for Life", una giornata di sport e intrattenimento per supportare la prevenzione del suicidio e ribadire l'importanza della vita.

Domani, a partire dalle 9, nello stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla si svolgeranno due maratonine non competitive di 3 e 6 km, insieme ad attività per bambini, esibizioni di arti marziali, rugby, pattinaggio, hip hop ed atletica. Sono circa 4mila ogni anno i suicidi in Italia e nonostante sia difficile una stima precisa, si calcola che per ogni persona che si toglie la vita altre 10 provano a farlo.

Numeri che parlano di una continua crescita, quelli presentati nei giorni scorsi in conferenza stampa in Campidoglio dal direttore del Servizio di prevenzione del suicidio dell'ospedale Sant'Andrea di Roma, Maurizio Pompili: "In Italia i casi sono aumentati del 12% negli ultimi due-tre anni nella fascia d'età tra i 25 e i 64 anni, soprattutto a causa della crisi ma non solo".

"Stiamo cercando di dare amplificazione a una situazione grave – ha spiegato il presidente della Maratona di Roma, Enrico Castrucci- e siamo consapevoli che lo sport può essere una medicina e una cura per affrontare i problemi, approfittando anche dell'inclusione sociale e dei valori che offre".

"E' un grande strumento di solidarietà – ha aggiunnto l'assessore capitolino allo Sport, Luca Pancalli – in grado di intercettare un disagio che spesso in famiglia sfugge. Credo che possiamo definirlo come la terza agenzia educativa del Paese, dopo la famiglia e la scuola".

La manifestazione, organizzata dal Centro sportivo educativo nazionale e dalla Maratona di Roma, è patrocinata dall'assessorato allo Sport di Roma Capitale e ha raccolto l'adesione del ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, e di quello della Salute, Beatrice Lorenzin. (Ekp/Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento