20 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma Quadraro, fiaccolata per la legalità a un anno abbattimento ville Casamonica

di Eleonora Cantini

L'evento è stato organizzato dalla Sindaca Raggi per unire cittadini e istituzioni contro l'illegalità

Nella serata di ieri, 20 Novembre, al Quadraro si è tenuta la fiaccolata per la legalità organizzata dalla Sindaca Raggi a distanza di un anno dall’abbattimento delle villette abusive dei Casamonica.

La fiaccolata è stato un incontro fra cittadini del quartiere e istituzioni uniti, con in mano una candela, per combattere la criminalità organizzata e il dilagare dell’illegalità a Roma.

L’evento è stato organizzato dalla Sindaca Raggi e promosso sui social con l’hashtag #ATestaAlta.

“Un anno fa, il 20 Novembre 2018, abbiamo ottenuto una grande vittoria: dopo decenni di indifferenza abbiamo abbattuto 8 villette abusive del clan Casamonica. Oggi siamo qui, proprio nel luogo in cui erano queste ville, per una Fiaccolata della Legalità, per ricordare la vittoria dei cittadini e delle istituzioni”.

Insieme alla Sindaca Raggi erano presenti anche la vice presidente della Camera Maria Edera Spadoni (Movimento Cinque Stelle), il presidente della Commissione parlamentare antimafia Nicola Morra, il prefetto di Roma Gerarda Pantalone, la senatrice Paola Taverna, il comandante della Polizia Locale di Roma Antonio Di Maggio e la presidente del VII Municipio Monica Lozzi.

Le dichiarazioni

Monica Lozzi, presidente del VII Municipio, ha rivendicato l’operato del suo municipio e ha annunciato l’idea di voler costruire un parco al posto delle villette abbattute del clan.

Per adesso la zona dove sorgevano le case abusive non è ancora stata ripulita, infatti si possono notare calcinacci e arredi accatastati.

La Sindaca Raggi ha dichiarato: “Siamo qui per ribadire che non abbassiamo la guardia, la criminalità non va a dormire e non ci andiamo nemmeno noi. Voglio ringraziare i cittadini, gli uomini delle forze dell’ordine, gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale, i dipendenti comunali e del Municipio, e i giornalisti che hanno raccontato e documentato, spesso ricevendo minacce. Un grazie a loro e a tutti coloro che hanno fatto il tifo per noi. Insieme si vince”.

Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, tramite un messaggio fatto giungere alla fiaccolata, ha affermato che “il Ministero dell’Interno, come tutto il Governo, considera il tema della prevenzione e del contrasto alle mafie una priorità politica per il Paese”.

Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, ha dichiarato che: “Noi siamo qui per iniziare un percorso di memoria. Questa data è uno spartiacque. Prima si faceva finta di non vedere, poi ci è voluta una donna affinché si capisse che Roma era infiltrata. Ora siamo qui con la cittadinanza per far capire che questi luoghi devono essere restituiti a cittadini. Ora i cittadini di Roma sanno”.

Più sicurezza nelle periferie

Anche a seguito dei recenti fatti di cronaca avvenuti nella Capitale (omicidio di Luca Sacchi, roghi dolosi a Centocelle), è stato messo a punto un piano ad hoc per aumentare il presidio delle forze dell’ordine e garantire sicurezza ai cittadini.

Il Ministro dell’Interno Lamorgese ha previsto per Roma la formazione di una task force di 250 uomini delle forze dell’ordine per contrastare i fenomeni dello spaccio.

Stamani la Sindaca Raggi invece ha annunciato l’arrivo di 325 nuovi agenti della Polizia Locale che andranno ad ampliare l’organico.

L’Assessore al Personale Antonio De Santis ha affermato che: “Dopo aver definito l’esaurimento della graduatoria vigente, bandiremo un nuovo concorso che consentirà ancora di inserire altra linfa vitale nel corpo”.

 

Leggi anche:

Roma, è in arrivo la Ta.Ri. con lettera di scuse di Ama per i rifiuti in città

Roma, comandante Polizia locale Di Maggio coinvolto in vicenda giudiziaria

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento