Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Maggio 2022

Pubblicato il

Lo sapevate che

Pronto intervento idraulico: cos’è e quando va richiesto

di Redazione
In centro città così come nelle aree periferiche è fondamentale un servizio di pronto intervento idraulico con l’arrivo di mani esperte
Attrezzi per idraulico
Attrezzi per idraulico

In centro città così come nelle aree periferiche, può capitare di ritrovarsi a dover fare i conti con delle perdite d’acqua o con disservizi derivanti da un malfunzionamento dell’impianto idrico. Confidando nel ripristino delle condizioni ottimali nel minor tempo possibile, diventa fondamentale un servizio di pronto intervento idraulico con l’arrivo di mani sapienti ed esperte sul luogo del misfatto.

Talvolta, gli inconvenienti sopra citati si materializzano in serata o in notturna, al di fuori della classica giornata lavorativa. Per non lasciare intere famiglie prive del supporto necessario, i leader del settore offrono un pronto intervento idraulico a Roma attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Difatti, la sicurezza di un intervento idraulico tempestivo in ogni momento è cosa di non poco conto.

Per garantire un servizio valido, continuativo e di qualità, le società d’assistenza idraulica si sono dotate di gruppi di specialisti che non temono situazioni d’emergenza come l’otturazione delle tubature o le perdite dai sanitari. Nel corso di questa guida, esamineremo il concreto modus operandi dell’idraulico quando chiamato a risolvere una situazione d’emergenza.

Pronto intervento idraulico: i passaggi in caso d’otturazione delle tubature

Il più delle volte, le richieste d’intervento riguardano l’otturazione delle tubature. Si tratta di una fastidiosa ostruzione dei condotti casalinghi che impedisce il normale defluire delle acque. Generalmente, alla base di una grossa otturazione, l’idraulico scopre un groviglio fatto di calcare, di capelli e di grassi che riesce a frapporsi al naturale corso delle acque, impedendone il normale passaggio all’interno delle tubature.

Per eliminare l’accumulo di calcare, l’idraulico si serve di una speciale sonda ad alta pressione. Nel dettaglio, mantenendo una presa solida per l’intera durata dell’intervento, il professionista spinge l’ugello dell’attrezzo lungo il condotto fino a sradicarne l’ostruzione. Nel 90% dei casi, l’intervento assume carattere definitivo, senza più bisogno di trattamenti ulteriori.

Pronto intervento idraulico: i passaggi in caso di perdite dai sanitari

Altre volte, la situazione d’emergenza è prodotta dalle continue perdite dei sanitari. Individuata l’origine delle perdite, l’esperto procede alla fissazione delle sigillature lungo la superficie di contatto con le pareti, applicando del silicone. Isolata la superficie di contatto tra i sanitari e le pareti di casa, il silicone viene modellato con l’ausilio di un dito bagnato.

Al contrario, quando la perdita è connessa alle tubature, il professionista provvederà ad applicare una resina bicomponente. Quest’ultima viene impastata ed applicata alla perdita, formando una specie di tappabuchi. Ormai, tale soluzione sostituisce le vecchie fascette rapide dalla resistenza limitata. Tra le varie proprietà, la resina bicomponente, usata dall’idraulico, gode di un’ottima resistenza all’abrasione, di un forte potere adesivo e di una straordinaria insensibilità agli urti.

Pronto intervento idraulico: i passaggi in caso di scarichi intasati

Con l’uso quotidiano dei sanitari da parte degli inquilini, si potrebbe verificare un intasamento degli scarichi. In questi casi, l’unico rimedio è l’intervento di un autospurgo ossia un veicolo progettato per la liberazione delle fosse biologiche, dei pozzetti e delle fognature.

L’autospurgo dispone di un ampio serbatoio per accogliere le acque reflue, i residui di scarichi, i liquami ed altri materiali maleodoranti. Eseguita la raccolta delle sostanze intasanti, tutto lo sporco viene trasferito presso impianti adibiti allo smaltimento dei materiali.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo