28 Luglio 2021

Pubblicato il

Crisi interna

Primarie Roma, bufera “Numeri gonfiati”. Caudo: soddisfatto di 7.400 voti veri

di Chiara Fedeli

Roberto Gualtieri è il nuovo candidato sindaco per il Centrosinistra. Ma scoppia la polemica sulla presunta irregolarità dei voti

Roberto Gualtieri

Sono oltre 45.000 gli elettori che hanno votato, nella giornata di ieri, dalle 8:00 alle 21:00, nei 187 gazebo sparsi per la città. Il risultato è netto: la vittoria è di Roberto Gualtieri. Sarà lui a concorrere come candidato Sindaco della Capitale per il Centrosinistra.

Il profilo ufficiale del Pd di Roma su Facebook scrive: “45.000 persone che scelgono di tornare a votare sono, semplicemente, la risposta più bella di una città intera. Grazie a tutti e tutte per la fiducia, la passione e l’impegno. Possiamo far rinascere Roma, insieme”

45mila persone che scelgono di tornare a votare sono, semplicemente, la risposta più bella di una città intera.Grazie a…

Vuoi la tua pubblicità qui?
Pubblicato da PD ROMA – Partito Democratico di Roma su Domenica 20 giugno 2021
Dalla pagina Facebook del Pd di Roma

Nella città però, scoppia una polemica per le presunte scorrettezze riguardo la grande affluenza alle primarie, e in particolare, ai risultati ottenuti da Gualtieri. A lanciare la bomba è l’ex Sindaco di Roma, Ignazio Marino, che parla di “Numeri gonfiati”. Sostenitore di Caudo, piazzatosi invece secondo, l’ex Primo Cittadino della Capitale sarebbe pronto a contestare le cifre fornite dal Pd. Su Twitter scrive:

Dal profilo Twitter di Ignazio Marino

Lo stesso Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio e candidato alle primarie del Centrosinistra, ha proseguito il discorso sulle presunte irregolarità. L’ex Assessore della giunta Marino, nelle votazioni avvenute ieri ha ricevuto 7.388 voti. Il 15, 68%, mentre Roberto Gualtieri ha ottenuto 28.561 voti, il 60,64%

“Ci sono state delle segnalazioni di presunta irregolarità” afferma Caudo, e poi arriva l’accusa: “Non si vince mettendo in fila gli stranieri per farli votare con il santino in mano, senza sapere nemmeno chi devono votare. Non lo abbiamo segnalato noi; questa non è una bella politica”. Ha affermato nel corso di una conferenza stampa, convocata per fare il punto della situazione di ieri. 

Giovanni Caudo

Poi continua, sottolineando la veridicità dei voti in suo favore; quindi, di fatto, accusando in piena regola il vincitore. “Siamo particolarmente soddisfatti. Il 16% con 7.400 voti veri è una percentuale inaspettata, e da tutti considerata improbabile. Ed è strabiliante il voto online con 1.015 preferenze e 1.072 per Gualtieri. – prosegue l’accusa – Gualtieri era appoggiato in maniera unitaria, noi non abbiamo avuto attenzione da parte dei media nazionali, e abbiamo corso in una corsia aperta al traffico, mentre c’era chi guidava su una corsia d’emergenza, con la Polizia che apriva la strada”.

Ma c’è anche chi si complimenta con il nuovo candidato Sindaco. Stefano Fassina, che invece ha ottenuto il 5,57% dei voti, si complimenta con Gualtieri e con Caudo per l’ottimo risultato raggiunto. Poi aggiunge, con un filo di amarezza: “Inutile dissimularlo: mi aspettavo di più. Non sono riuscito a convincere tante persone. Ora tutti insieme per le elezioni generali a ottobre per Gualtieri sindaco.” 

Leggi anche: “Roma 2021: Gualtieri vince primarie con 60% dei voti e corre da sindaco”

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento