16 Maggio 2021

Pubblicato il

Presentata al Senato l’iniziativa “Corriamo per l’autismo”

di Redazione

La gara per sensibilizzare le istituzioni nel supporto ai bambini e ragazzi autistici si terrà domenica 23 novembre a Villa Ada

È stata presentata stamattina in una conferenza stampa al Senato la manifestazione "Corriamo per l'autismo", giunta quest'anno alla sua seconda edizione, che si svolgerà, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e di Roma Capitale, domenica 23 novembre, alle ore 10.00, a Villa Ada.

Il Presidente dell'associazione Divento Grande Onlus, Andrea Basciani, promotore dell'iniziativa, ci fornisce qualche numero sull'associazione che, nata tre anni fa, si occupa di auitare i bambini e i ragazzi affetti dalla patologia dell'autismo: "Siamo 180 iscritti di cui 140 nel Lazio, concentrati a Roma, Nettuno e ai Castelli Romani e collaboriamo con tutta una serie di associazioni e strutture per erogare in maniera gratuita o a prezzi convenzionati dei servizi e delle attività destinati a migliorare la vita di questi ragazzi".

Molti i nomi della politica che hanno aderito alla gara di domenica e che hanno partecipato alla presentazione del progetto: il deputato del PD Kalid Chaouki, l'On.Stefania Prestigiacomo di Forza Italia, e Laura Coccia, giovane deputata del PD affetta da tetraparesi spastica, che parteciperà come gli altri alla corsa, e che ha concesso a noi di Romait uno speciale video appello per la partecipazione all'iniziativa.

Oltre a presentare l'evento, la conferenza stampa di oggi è stata anche un'opportunità per discutere sullo stato dell'arte attuale delle leggi volte a sostenere le categorie più deboli, tra le quali rientrano senza dubbio anche le persone disabili.
È una questione prima di tutto "culturale", come  ha sottolineato Laura Coccia, che appena arrivata ha fatto notare l'assenza di uno scivolo per i disabili per accedere al palco dei relatori della sala dei Caduti di Nassirya: "l'ho voluto sottolineare perché è importante far capire che non c'é nulla di scontato in questo Paese, per esempio é impossibile entrare nella sala stampa della Camera dei Deputati per chi è disabile, e stiamo parlando dei due luoghi simbolo delle istituzioni", dice la Coccia, che prosegue, "nei confronti della disabilità va fatto un percorso prima di tutto di civiltà e di cultura dell'accoglienza".
Prima la cultura e poi le leggi insomma. È d'accordo anche Chaouki: "le associazioni come Divento Grande fanno un enorme lavoro nella direzione della promozione della cultura dell'accoglienza e dell'apertura verso le categorie più deboli e svantaggiate, arrivando anche sin dove le istituzioni non arrivano."

Ma le leggi ed il supporto dello Stato sono altrettanto importanti, come sottolinea Stefania Prestigiacomo, per la quale la presentazione di questa iniziativa oggi proprio al Senato ha anche un valore simbolico, ovvero chiedere alle istituzioni di occuparsi sempre di più di questi problemi.
"In periodo di ristrettezze economiche e di bilancio si può tollerare al massimo che non ci sia la disponibilità di fondi aggiuntivi per l'assistenza a queste categorie svantaggiate, ma non si può tollerare assolutamente che ci siano tagli e penalizzazioni per coloro i quali soffrono di più" dice la Prestigiacomo, che continua dando inoltre la propria disponibilità ad appoggiare una legge che cerchi di risolvere questo tipo di problematiche. E sulla questione del supporto e dell'assistenza delle istituzioni la Prestigiacomo attacca il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che "oltre ad essersi dimenticato delle periferie", secondo l'onorevole di Forza Italia, si è dimenticato anche dei ragazzi affetti da queste patologie. La smentisce subito però Andrea Alemanni (PD), del II Municipio, il quale controbatte che l'amministrazione Marino ha stanziato più fondi per i disabili rispetto all'amministrazione precedente.

Scaramucce a parte, il concetto è chiaro e ben espresso infine dal presidente Basciani: bisogna lavorare sempre di più per la sensibilizzazione su questi temi e mettere "scivoli dappertutto, soprattutto nella nostra testa". È questo lo scopo dell'associazione Divento Grande Onlus che invita tutta la cittadinanza ad iscriversi alla gara di domenica.

Per informazioni e donazioni:
www.diventogrande.org
5×1000 c.f. 97635670587

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento