Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Ponte del 2 giugno, 14 milioni di italiani in viaggio: dove vanno e quanto spendono

di Redazione
Complici le temperature estive gli italiani si sposteranno, la meta più gettonata resta la spiaggia
Valigia

Per il ponte del 2 giugno saranno oltre 14 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio lungo tutta la penisola.

I giorni di vacanza e di ferie, uniti al caldo estivo, garantiscono un movimento economico complessivo che si aggira sui 6 miliardi di euro. Lo riferiscono gli ultimi calcoli di Cna Turismo e Commercio.

Le condizioni meteorologiche sono ottime per far salire la voglia di spiaggia e, in generale, di fuga dalla città. Il caldo concederà una tregua solo al Nord, in particolare nelle aree alpine e prealpine.

Valigia

Ponte del 2 giugno: le mete più ambite

Più della metà dei vacanzieri ha come meta una località di mare mentre le città d’arte, le colline, i laghi e i centri termali sono preferite soprattutto dagli stranieri. Quattro milioni di turisti pernotteranno in strutture a pagamento almeno per una notte. Di questi, 500mila si limiteranno a stare fuori casa per una notte, due milioni e mezzo per due notti, più di un milione per tre notti. A essere preferiti sono i pernottamenti in albergo, seguiti dai bed & breakfast.

Gli altri 10 milioni di vacanzieri, invece, si divideranno tra gite di un solo giorno e soggiorni in seconde case, soprattutto nei pressi delle località marine. Non tramonta nemmeno la voglia di una fuga verso la campagna: gli agriturismi, infatti, si avvicinano al sold out, secondo Coldiretti.

Le imprese vanno però a rilento

Una ripartenza che le imprese, però, non possono cogliere ancora in pieno: la corsa dell’energia – commenta Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti – sta erodendo i margini e aumentano i costi dei servizi offerti ai clienti. Servono sostegni: le misure prese fino ad ora non bastano. E serve tenere alta l’attenzione anche sul fenomeno della ricettività abusiva, che ci segnalano in crescita in tutta Italia: a Pasqua, nella sola Venezia, sono stati rilevati tramite i dati cellulari 20mila ‘turisti fantasma’, non registrati presso nessuna delle strutture ricettive ufficiali”, dice.

Traffico sulle strade

A partire dal pomeriggio di mercoledì e, per l’intero fine settimana, lungo la rete di Autostrade per l’Italia si prevedono flussi di traffico in aumento dai luoghi di residenza verso le località di mare e di montagna. Un incremento dei flussi in linea con i dati registrati nel corso della seconda metà del mese di maggio, che ha evidenziato una netta ripresa del traffico, superando in alcuni momenti anche i numeri pre-Covid: arrivando nel corso del mese di maggio a +1,5% rispetto allo stesso periodo del 2019, con picchi fino al +20% nelle giornate di domenica. 

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo