08 Aprile 2021

Pubblicato il

Pomezia, prostituzione a Santa Palomba, pronti a lottizzare gli spazi?

di Redazione

Quartiere Santa Palomba a Pomezia, dove la prostituzione la fa da padrona, si ingaggiano architetti per la costruzione di alcove

Nel quartiere Santa Palomba Pomezia, la prostituzione la fa da padrona, al punto da ingaggiare "architetti" per la costruzione di alcove. In barba al piano regolatore e adottando la tattica "fatto il tetto è più difficile demolire". Architetti "fai da loro", stakanovisti, all'opera di notte per la costruzione di giacigli consoni alle esigenze sempre più incalzanti e richieste più consone ad un accoppiamento frugale, quella che il giorno prima era una sterpaglia abbandonata, il giorno dopo è trasformato in un "pied a terre", con tanto di comodo materasso, un piccolo fuocarello di bancali, e con tanto di porta per gli spifferi improvvisi, nulla è lasciato al caso, per quegli incontri allegri.

Al caso è lasciata la poca solerzia delle autorià competenti, che in barba alle incalzanti richieste di pendolari e dei residenti di istituire un distaccamento permanete di Polizia Locale e che garantirebbe più sicurezza della zona, non si muovono. Sembra che questo argomento, all'amministrazione pometina non interessi, forse perché Santa Palomba, dalle parole del primo cittadino è considerata "extra urbana" e quindi meno importante. E il poco interesse si evince anche dalle ultime decisioni, sul fatto Cogea, riguardo alla decisione di considerare la zona una discarica.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento