19 Giugno 2021

Pubblicato il

Ostia, il caso dello spot. Parla Di Pillo (M5S), presidente Municipio X

di Redazione

La presidente del Municipio X di Roma commenta le polemiche scaturite in questi giorni intorno al caso dello spot pubblicitario

Il giorno dopo l'esplosione delle polemiche intorno a uno spot che pubblicizzava gli eventi estivi della zona del litorale romano citando l'episodio della testata di Roberto Spada al giornalista Daniele Piervincenzi, la presidente del Municipio X, Giuliana Di Pillo (M5S), ha subito comunicato quale sarà la posizione dell'amministrazione in merito alla vicenda. Lo spot verrà rimosso e non sarà più trasmesso.

"Provvederemo già da questa mattina a ritirare lo spot radiofonico sugli eventi estivi, che veniva trasmesso sulla metropolitana di Roma", fa sapere la minisindaca pentastellata.

"Non era minimamente nelle nostre intenzioni ledere l’immagine del nostro territorio, in quanto è sotto gli occhi di tutti l’impegno di questa amministrazione nel rivalutarlo. Abbiamo sempre condannato qualsiasi forma di violenza, come del resto abbiamo espresso solidarietà e vicinanza al giornalista di Nemo, Daniele Piervincenzi, per il vile gesto di cui è stato vittima; solidarietà e vicinanza che oggi come amministrazione riconfermiamo".

Una risposta netta dunque alle opposizioni che nella giornata di ieri avevano subito invocato la rimozione dell'annuncio pubblicitario e che avevano richiamato a gran voce la presidente affinché riferisse sul caso in Aula.

"Abbiamo a cuore questo territorio e lo dimostriamo giorno per giorno – prosegue Di Pillo – e ci stupisce l’indignazione di quella politica che solleva proteste cavalcando strumentalmente lo spot radiofonico sugli eventi estivi, quando proprio quel tipo di gestione amministrativa negli anni ha portato al commissariamento del Municipio. Facile oggi sedersi in cattedra a dare consigli dopo aver dato il cattivo esempio".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento