29 Luglio 2021

Pubblicato il

Ostia, coltellate alla stazione:due giovani feriti gravi e sette arresti

di Redazione

Quattro ragazzi egiziani hanno iniziato a importunare una 15enne che ha chiamato il padre in soccorso

Il piazzale della stazione Lido Centro si tinge di rosso sangue: ragazzi egiziani molestano una giovane italiana e scatta la vendetta a colpi di coltellate. Il bilancio: due giovanissimi finiscono in ospedale, uno è in fin di vita. Manette ai polsi per sette persone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tutto è iniziato poco prima delle ore 17,30 di ieri, martedì  28 maggio, in piazza della stazione del Lido, davanti alla fermata centrale della ferrovia, quando una comitiva di ragazzi egiziani ha iniziato a importunare una ragazza italiana di 15 anni.

L’aggressione è esplosa quando sul posto sono arrivate tre persone chiamate in soccorso dalla giovane. Alla stazione si sono precipitati il padre, 39 anni, residente nella zona di piazza Gasparri e con precedenti alle spalle, il fidanzato equadoregno di 26 anni e un conoscente italiano di 47 anni. Di fronte a loro quattro egiziani, rispettivamente di 19 anni, di 20 e due di 21.

E' nata subito una feroce lite, sfociata con l’accoltellamento di due egiziani di 21 e 19 anni. Entrambi sono stati portati in ospedale. Il 21enne ha riportato una ferita d’arma da taglio ad una spalla, il 19enne sarebbe in pericolo di vita per le conseguenze di una coltellata all’addome. Entrambi sono ricoverati e piantonati all’ospedale Grassi.
 
Le indagini dei carabinieri di Ostia hanno portato alla ricostruzione dei fatti, anche attraverso le testimonianze dirette (il sistema di videosorveglianza non è funzionante). Durante la notte sono dunque scattati gli arresti: l’equadoregno di 26 anni è stato arrestato per tentato omicidio, gli altri sei per rissa aggravata.
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento