Orrore a Rebibbia: detenuta lancia 2 figli dalle scale, uno è morto

2

Una detenuta del carcere romano di Rebibbia ha tentato di uccidere i suoi due figli: il più piccolo è morto, l’altro sta disperatamente lottando per sopravvivere. La donna, di nazionalità tedesca, per motivi da accertare, mentre stava passeggiando nell'area verde, avrebbe spinto giù dalle scale prima la carrozzina con dentro il figlio più piccolo, di pochi mesi, ripetendo subito dopo il folle gesto con il più grande, di 2 anni, che teneva per mano. Per il piccolo purtoppo non c'è stato nulla da fare, il fratello sopravvissuto è stato trasportato d'urgenza in ospedale e sarebbe in pericolo di vita.

Nella mattinata di oggi, la donna avrebbe dovuto avere un colloquio con i suoi parenti.

Il procuratore aggiunto Maria Monteleone, coordinatore del pool dei magistrati che si occupa dei reati sui minori, si è recata nel penitenziario romano. Sul tragico avvenimento sarà avviata un' indagine per omicidio e tentato omicidio.