Nicola Savino: chi è, età e cosa fa nella vita privata

10

Probabilmente Nicola Savino è uno dei personaggi più eclettici per quanto riguarda la radiofonia e la televisione italiana. Tuttavia non tutti sanno i suoi esordi e gli altri diletti. Andiamo a scoprire gli aspetti più o meno conosciuti dell’opinionista dell’Isola dei Famosi.

Nicola Savino in posa
Nicola Savino in posa

Nicola Savino: la sua biografia e gli esordi

Nicola Savino nasce a Lucca il 14 novembre 1967. Figlio di padre ingegnere, originario di Foggia e madre farmacista di origini cosentine, cresce a Metanopoli, cittadina industriale dell’hinterland milanese – frazione di San Donato Milanese – sede dell’ENI dove lavorava il padre.

Cresce con il pallino della radio fin dall’adolescenza. Nel 1984, quando ha appena 17 anni, Marco Castelli, figlio di Sergio, voce delle news e socio di Radio Sandonato, lo incontra a scuola e gli propone di divertirsi un po’ nella neonata emittente. Parte così la sua carriera ma dal banco della regia. Un “apprendistato” lungo cinque anni in piccole radio private tra Radio Sandonato e un’emittente locale rivale, Beautiful Station. Nel frattempo si propone anche come dj nelle varie discoteche dell’hinterland.

La lunghissima carriera radiofonica

Negli anni di gavetta locale, contatta vari network radiofonici proponendosi come regista. Nel 1989 ottenne una risposta positiva da parte di Claudio Cecchetto, che così lo porta a Radio Deejay. Qui cura dall’inizio la regia di W Radio Deejay, programma condotto da Marco Baldini e da Fiorello, e successivamente il programma Baldini Ama Laurenti, con Marco Baldini e dei giovanissimi Amadeus e Luca Laurenti.

Nel 1995 approda momentaneamente a Radio Capital con il programma Due meno dieci, condotto da Amadeus e Dj Angelo, ma l’anno successivo torna a Radio Deejay, dove inizia a collaborare nella trasmissione Deejay chiama Italia. È condotta da Linus, che lo interpella frequentemente per conoscere il suo parere di “uomo della strada” sui fatti del giorno. Gli interventi di Nicola Savino al microfono all’inizio gli valgono la notorietà con lo pseudonimo di “Uomo Della Strada”.

Nel 1999, con il suo vero nome diventa ufficialmente co-conduttore di Deejay chiama Italia. Nel 1998 partecipa anche al programma Ciao belli al quale, insieme a Digei Angelo e Roberto Ferrari, contribuisce come autore diventando famoso anche come imitatore. I suoi personaggi preferiti Ligabue, il capitano dell’Inter Zanetti, Giampiero Galeazzi, Berlusconi ed Enrico Ruggeri.

Nicola Savino e tutti i programmi tv

Nel 1996, dal momento del suo ritorno a Radio Deejay, comincia parallelamente una carriera nel piccolo schermo, che lo vede prima autore e poi conduttore per le più svariate trasmissioni tra Rai e Mediaset. Dal 1996 al 2004 Nicola Savino è autore del Festivalbar, dal 1998 al 2002 de Le Iene, nel 2003-2004 di Zelig Circus e Zelig Off. Dal 2003 al 2006 e nel 2008-2009 collabora come inviato ogni domenica a Quelli che il calcio su Rai 2, condotto da Simona Ventura.

Dopodiché diventa conduttore di molteplici programmi, con Simona Ventura come collegamento, perché conduce sia Quelli che il calcio dal 2013 al 2017, sia l’Isola dei Famosi dopo la Ventura, entrambi su Rai2. Savino conduce Matricole & Meteore con Juliana Moreira nel 2010 e Colorado Cafè con Rossella Brescia e Dj Angelo tra il 2009 ed il 2010.

Viene spesso accompagnato dalla voce della Gialappa’s Band: sia in Quelli che il Calcio, ma anche nel DopoFestival (2016-2017) e nel suo ritorno a Le Iene, di cui è conduttore a partire dal 2017 con diverse sparring partner. Savino ha condotto anche 90 Special, Boss in incognito su Rai 2 e, recentemente, Back to School, programma dove i Vip dovevano sostenere l’esame di quinta elementare. A proposito di ritorni, in questi giorni è tornato anche all’Isola dei Famosi in veste di opinionista, al pari di Vladimir Luxuria, nell’edizione condotta da Ilary Blasi.

Un tuttofare, anche al cinema

Oltre che regista, imitatore, autore e conduttore tra radio e tv, Nicola Savino si è ritagliato dei ruoli anche nel grande schermo, come attore e doppiatore. Recita in Tu la conosci Claudia? (2004), Agente matrimoniale (2006) e Mi fido di te (2007). Ha doppiato Peter Rabbit nell’omonimo film più sequel, ma anche Will il Krill in Happy Feet 2 e nel 2016 il bradipo Flash nel film Zootropolis. Savino è stato anche cantante: tra il 1993 e il 1994 ha pubblicato sei singoli.

Curiosità e vita privata di Nicola Savino

Nicola Savino è sposato con Manuela Suma, costumista del mondo dello spettacolo, dal 2009. I due hanno una figlia, di nome Matilda. Da sempre appassionato di calcio, è tifosissimo dell’Inter ma anche del Cosenza, squadra che attualmente milita in Serie B. Passione derivata dalle origini cosentine della madre. A titolo di curiosità, forse non tutti sanno che Nicola Savino non ha un dito da praticamente tutta la vita. Quando aveva sette mesi ha perso il mignolo di una mano, amputato per sbaglio da un’infermiera in ospedale.