29 Luglio 2021

Pubblicato il

La versione di Cesare

Mi raccomando… L’insostenibile leggerezza della raccomandazione

di Redazione

La carriera nel settore pubblico è sempre assicurata o per appartenenza ai cosiddetti gruppi di potere. Oppure per raccomandazione

Ministero Pubblica Istruzione
La raccomandazione in ambito pubblica amministrazione

Stato pasticcione o incompetente. E ’pur vero che la carriera nel settore pubblico è sempre assicurata o per appartenenza ai cosiddetti gruppi di potere. Oppure per raccomandazione dal mondo della politica o dai sindacati che la fanno da padroni per i quadri intermedi. Il merito nel settore pubblico non è quasi mai riconosciuto, anzi spesso i meritevoli vengono emarginati e non tollerati da questa pletora di incapaci e ben retribuiti .

Vuoi la tua pubblicità qui?

Vizi privati e pubbliche virtù

Direttori generali, dirigenti, funzionari e quadri tutti ben pagati e con il posto di lavoro assicurato a tempo indeterminato e non licenziabili. Nel settore privato se non vengono raggiunti gli obiettivi fissati ad inizio anno vengono licenziati. Nel settore pubblico mai. Se volessero veramente stanare i cittadini disonesti e gli evasori totali che percepiscono il reddito di cittadinanza o quello di emergenza dovrebbero pensare ad altre iniziative, se ne hanno voglia o capacità.

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno economico in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza da COVID-19. Quindi dovrebbe essere riconosciuto alle persone che hanno perso il lavoro, hanno dovuto chiudere l’attività commerciale, artigianale o professionale o per una riduzione notevole degli incassi.

Nessun controllo

Come mai viene erogato a coloro che non sono censiti fiscalmente e che spesso sono evasori totali. Per queste categorie di cittadini quale sarebbe l’emergenza se ufficialmente non hanno mai lavorato e pagate le tasse? E’ cosi difficile fare controlli incrociati sui consumi dell’energia elettrica, del gas, delle assicurazioni auto, delle assicurazioni infortunistiche e sulla vita?

Se trattasi di famiglie indigenti e bisognose i consumi dovrebbero essere limitati e non potrebbero permettersi auto di lusso e tanto altro. Dipendenti pubblici ben pagati e super tutelati svegliatevi e mostrate al resto della cittadinanza che vi mantiene attraverso le tasse regolarmente pagate, che a volte avete anche un cervello che pensa. In caso contrario abbiate un po’ di umiltà sui vostri limiti intellettivi, rassegnando le dimissioni di massa.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento