Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

Mennea, la Freccia del Sud. Barbareschi: “Aldo Grasso porta male”

di Redazione

Luca Barbareschi:"Aldo Grasso porta male, raccoglie tutte le negatività degli italiani, e così ci fa da parafulmine"

Boom di ascolti per la fiction di Rai1 su Pietro Mennea, la Freccia del Sud. Due serate di primato assoluto per la Rai che supera il 20% di share, con una media di 5 milioni di spettatori. Sarà per il personaggio Mennea, sarà per il cast (Riondino, Barbareschi, Tognazzi, Savino), la fiction piace. Ma qualche voce fuori dal coro non manca. Aldo Grasso critica in modo sferzante il prodotto televisivo perché, a detta del critico televisivo del Corriere della Sera, riuscire a dipingere i contorni di un uomo e di un atleta come Mennea è forse una sfida più ardua di quelle che la Freccia del Sud si è trovato ad affrontare sulla pista di atletica.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Abbozzare un ritratto di un personaggio simile è la cosa più difficile al mondo, specie nella modalità dell’agiografia, tipica di Rai Fiction. Eppure Luca Barbareschi (produttore), Ricky Tognazzi, Simona Izzo e Fabrizio Bettelli (soggetto e sceneggiatura) e Michele Riondino (Mennea) non hanno esitato a buttarsi in una storia più grande di loro, delle loro capacità espressive: ‘Pietro Mennea. La freccia del sud’ ”, scrive Grasso. “Mennea non aveva bisogno di essere ‘santificato’, i risultati sportivi (per un atleta sono le uniche cose che contano) parlano per lui. E invece qui assistiamo a una corsa di eventi trasformati in luoghi comuni”, incalza il critico sulle pagine del Corriere.

Le critiche di Aldo Grasso non sono passate inosservate. “Aldo Grasso porta male, raccoglie tutte le negatività degli italiani, così ci fa da parafulmine e noi facciamo 7 milioni di telespettatori”, commenta proprio Luca Barbareschi, produttore e interprete della fiction, intervenendo a Roma ore 10, la trasmissione radiofonica di Francesco Vergovich, sui 90,7 di Tele Radio Più.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento