Margherita Vicario e Gian Marco Ciampa in concerti nel Parco

1

Il 14 luglio, in Prima assoluta, alla CASA del JAZZ, per “I Concerti del Parco”, Leggermente classica lo spettacolo dell’ORCHESTRA GIOVANILE DI ROMA con la cantante MARGHERITA VICARIO e il chitarrista GIAN MARCO CIAMPA. “Leggermente Classica” propone un viaggio alternativo nella musica attraverso esecuzioni di brani classici in versione originale e arrangiamenti ed elaborazioni in “chiave classica” di brani di musica d’autore italiana ed internazionale.

L’esecuzione è affidata all’Orchestra Giovanile di Roma, (prestigiosa orchestra giovanile romana costituita da 45 elementi) diretta dal M° Vincenzo Di Benedetto, alla chitarra di Gian Marco Ciampa e all’intrigante personalità di Margherita Vicario che proporrà anche alcuni brani da lei composti. Il programma spazia da J.S. Bach, a Tarrega, da Silvestri a G. Rossini, da Aranjuez a Vivaldi, da Paul McCartney a John Lennon, da Battisti a Jovanotti.

Musica classica e musica leggera d'autore sono da sempre visti come due mondi paralleli. Invece succede che Gian Marco Ciampa, giovane astro nascente della chitarra classica italiana, già vincitore di numerosi concorsi internazionali, e Margherita Vicario, attrice e cantautrice di riferimento della nuova generazione, decidano di unirsi per dar vita a uno spettacolo sorprendente che fa incontrare questi due linguaggi musicali.

Nel corso della serata interverranno ospiti di spicco della musica colta e della musica leggera a dimostrazione del fatto che la musica è “senza confini”, e cioè che musicisti che si cimentano usualmente in generi diversi possono interagire fra loro per creare un nuovo, attualissimo modo di incontrare il pubblico: uno di loro sarà Wrongonyou, all’anagrafe Marco Zitelli, folk singer che sta riscuotendo grande successo in tutti i club e festival della penisola, oltre che in importanti festival europei. Da poco entrato a far parte della scuderia della Carosello Records, é considerato da molti il "Bon Iver italiano". Canterá alcuni brani con Gian Marco e Margherita mostrando le sue particolari doti vocali e strumentali e fondendosi con la chitarra classica e la voce femminile della Vicario.