13 Aprile 2021

Pubblicato il

Maltempo, il Prefetto Pecoraro: “Non venite a Roma”

di Redazione

Inviato l'Esercito a Fiumicino, dove le scuole sono chiuse. Zingaretti:"Situazione critica"

Il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, facendo il punto sull'emergenza maltempo che sta colpendo la Capitale, invita a "recarsi in città solo per stretta necessità" evidenziando la possibilità di nuovi disagi alla mobilità. Il prefetto ha infatti avvisato che anche per la giornata odierna "è prevista pioggia, anche se moderata, che va ad aggiungersi a quella caduta nei giorni precedenti". Gli aggiornamenti di stamane, in effetti, sembrano avvalorare le parole di Pecoraro:un nuovo impulso perturbato di matrice atlantica (scenario tipicamente autunnale, poco consono al mese di Febbraio) porterà nuove precipitazioni nel Lazio.

Il prefetto, inoltre, ha deciso di inviare le forze militari dell'esercito a Fiumicino. Particolare attenzione è rivolta all'Isola Sacra, la zona più colpita dal nubifragio di questi giorni. Al pari di Ostia anche a Fiumicino le scuole resteranno chiuse, mentre si attende il passaggio dei detriti che il Tevere ha accumulato durante la piena.

Nel complesso, il fiume desta comunque meno preoccupazioni rispetto alla giornata di venerdì. Secondo quanto si apprende dall’ Ardis, l’Agenzia regionale per la difesa del suolo, il livello del fiume “si sta abbassando, grazie ai minori contributi a monte, soprattutto dal Paglia. Nel frattempo sono stati anche diminuiti gli apporti dalla diga di Corbara”. Il livello del Tevere, dunque, "andrà sempre più diminuendo", anche se bisogna ora tenere conto delle nuove piogge sulla Capitale che "comunque non riporteranno il corso d’acqua ai livelli di allerta di ieri".

"Semmai – spiegano gli esperti – rallenteranno il progressivo abbassamento. Non usciremo facilmente dalla fase di allerta ma se tutto va avanti in questo modo eviteremo quanto accaduto due anni fa con dissesti e crolli nelle aree nord e sud della Capitale a causa dello ‘svaso rapido’ della diga".

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sta seguendo la situazione da vicino. "Ringrazio tutti gli operatori delle organizzazioni – ha scritto in un comunicato – di volontariato di Protezione civile che dall'inizio dell’ emergenza maltempo stanno ininterrottamente prestando la loro opera di supporto, per far fronte a tutte le criticità che stanno interessando la regione Lazio. Sono oltre 120 le organizzazioni di volontariato di Protezione civile, per oltre 700 operatori, che stanno operando su tutto il territorio, a Roma in particolare nelle località della Giustiniana, Prima Porta e Piana del Sole, ad Ostia e a Fiumicino dove la situazione risulta difficile".

"Il territorio regionale – prosegue Zingaretti – è stato interessato anche da numerose frane e smottamenti, in particolare nel comune di Riano dove insiste una situazione particolarmente problematica. Il ringraziamento va anche a tutti i soggetti istituzionali che stanno intervenendo, al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che si sta prodigando nelle attività di soccorso tecnico urgente alle popolazioni sul territorio e a tutte le forze dell’ordine".

La Regione Lazio ricorda che la Sala Operativa di Protezione civile regionale è attiva H24 al numero verde 803.555 e che il Centro Funzionale della Regione Lazio continuerà a monitorare e a fornire supporto e assistenza per tutti gli interventi necessari.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento