Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

Lo stadio Olimpico di Roma si anima al suono delle note dei Modà

di Redazione
All’interno di uno stadio Olimpico gremito, l'11 Luglio protagonisti i Modà

Per chi non ha mai partecipato ad un evento organizzato in questa enorme location si può solo dire “non sai cosa ti sei perso!”. Già dall’esterno inizia a salire l’adrenalina e l’emozione. Una volta varcato l’ingresso tutte le emozioni si trasformano in realtà e alzando lo sguardo ci si rende conto dell’immensità e della capienza. Dal prato è possibile avere una visuale completa dell’insieme e una volta spente le luci, nel buio della notte romana, le lucine colorate dei gadget accesi delle persone sedute sugli spalti ti avvolge. Spente le luci parte un boato che ti costringe ad alzarti e a guardare verso il palco.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il momento è arrivato. Si accende lo schermo e appaiono i cinque componenti del gruppo, i Modà, abbigliati come i gladiatori delle serie tv “Spartacus” che entrano nell’arena a combattere. Combattono per la musica e per la loro supremazia. Ed ecco che entrano in scena iniziando l’esibizione con i pezzi più amati e conosciuti come “Dimmelo” e pezzi che ricordano l’inizio della loro carriera come “Gioia”.

Durante il concerto si alternano ospiti che accompagnano la voce del gruppo, Kekko, in duetti e esibizioni. Ed ecco apparire sul palco Bianca Atzei, giovane promessa della musica che ha già duettato con loro nel brano “La gelosia"; un gruppo veterano della musica I Tazenda con cui i Modà vogliono lasciare un tributo alla Sardegna regione natale della band ospite. Ma le sorprese non sono finite. Jarabe de Palo, grande amico e più volte collaboratore di Kekko & co. si intrattiene sul palco al suono di “Dove è sempre sole”, ultima hit in ordine di tempo, e “Come un pittore” incorniciata da una pioggia di coriandoli colorati sparti nel cielo romano e calati sull’entusiasmato pubblico come neve a luglio.

Il concerto prosegue e durante l’esibizione vengono proiettate le immagini più significative e che hanno segnato la crescita artistica del gruppo, dagli esordi fino al successo di Sanremo che li ha definitivamente consacrati al pubblico. Ultimo ospite, ma solo da un punto di vista temporale, Francesco Renga con cui cantano un brano inedito scritto per la partecipazione di Renga a Sanremo. Il duetto si conclude con la più famosa “Arriverà” in cui Renga interpreta una Emma Marrone alternativa e poco femminile ma decisamente incisiva.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A Luca Ward, attore che ha prestato la voce al famoso Massimo Decio Meridio de “Il Gladiatore”, è affidato il compito di presentare la band ricollegandosi alla scena di presentazione iniziale del concerto, I Modà come i gladiatori di Roma.

Il concerto sembra terminato, ma la band a sorpresa delizia il pubblico con due ultimi brani in tema visto l’orario oramai tardo, “La notte” che manda il pubblico in delirio e “Buonanotte” che dà il definitivo congedo dal pubblico soddisfatto della perfomance canora durata più di tre ore.

Una esibizione pulita, semplice e lineare, senza esagerazioni né eccessi, ma comunque spettacolare e coinvolgente adatta a tutte le età che ha saputo accendere la notte romana dell’11 luglio 2014. Il tour si concluderà a Milano presso lo stadio San Siro il 19 luglio.

*Foto dalla pagina Facebook Modà

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo