18 Ottobre 2021

Pubblicato il

La Notte dei Musei 2014

di Redazione
Roma apre le porte alla cultura

Sabato 17 Maggio torna l’interessante iniziativa del Comune di Roma “La Notte dei Musei”. L’idea promossa nel 2005 a livello europeo viene replicata per il sesto anno consecutivo.

Tanti i musei, teatri, accademie con eventi quali concerti e spettacoli organizzati. 1 euro il prezzo simbolico da corrispondere salvo diverse indicazioni segnalate all’ingresso.

I musei civici rimarranno aperti fino alle ore 2:00; le 24:00 orario stabilito per quelli statali.

Tra gli eventi da sottolineare: presso la Casa “Le canzoni di Pasolini” ore 21:00. Al Palazzo delle Esposizioni “Il canto del Sabir” (20:30 – 21:30 – 22:30), alla Centrale Montemartini “Omaggi d’Arte”, all’Esedra del Marco Aurelio nei Musei Capitolini dalle 20.30 performance musicali e letture dal titolo “In pieno nel mondo”.

Tra i musei e gli spazi espositivi aperti al pubblico, i Musei Capitolini, il Chiostro del Bramante, i Fori Imperiali, i Mercati Traianei, i Musei di Villa Torlonia, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo di Roma in Trastevere, il Museo di Palazzo Braschi, il Museo delle Mura, il Museo Napoleonico e tanti altri ancora.

Molte le aperture straordinarie di luoghi che solitamente non è possibile visitare, come ad esempio il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati, il Carcere Mamertino e il Museo Ebraico di Roma.

Anche il Ministero dei Beni Culturali si mette a disposizione con la libera entrata al Complesso del Vittoriano che attualmente ospita la mostra sul Musée D’Orsay e le Scuderie del Quirinale impegnate nella mostra su Frida Kahlo per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.beniculturali.it.

Insomma la scelta è veramente ampia tale da soddisfare ogni tipo di esigenza e sul sito www.museiincomuneroma.it è possibile visionare l’elenco completo delle iniziative.

Purtroppo la polemica è insita in ogni proposta, soprattutto in progetti come questo. La controversia riguarda il Colosseo, simbolo di Roma teatro di questa bella iniziativa, che rimarrà chiuso. Il motivo principale è da ricercare negli accordi sindacali i quali prevedono che un terzo dei lavoratori siano volontari interni e ad oggi non sono state trovate cinque persone che si siano offerte, questo è quanto dichiarato dal ministro Franceschini.

Restiamo in attesa, speranzosi che fino a sabato qualcuno si faccia avanti e renda possibile l’apertura dell’Anfiteatro Flavio.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo