28 Luglio 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

L’83% degli italiani risparmia ogni mese ma calano gli investimenti

di Redazione

Gli italiani sono primi in Europa per risparmio, anche se al contempo cresce la percentuale che preferisce rinunciare a investimenti

Italiani, investimenti
Il risparmio e gli investimenti degli italiani

Il periodo che stiamo attraversando è senza dubbio molto particolare e atipico, dunque anche l’andamento del settore economico-finanziario e le abitudini di molte famiglie sono drasticamente cambiati.

Gli italiani primi in Europa per risparmio

Risparmiare, in un periodo difficile come quello attuale, è diventato sinonimo di rifugio e sicurezza per molte famiglie di tutta Europa e, come emerge da una recente indagine, soprattutto per quelle italiane. I consumatori della Penisola sono quelli che risparmiano di più in Europa: l’83% riesce a mettere da parte qualche risparmio ogni mese, contro una media europea che si ferma al 76%.

Sono gli uomini ad essere più attenti al risparmio, con una percentuale dell’86%, mentre la quota di donne che riesce ad accumulare risparmi ogni mese si ferma al 79%. Tuttavia, non sempre si è contenti di quello che si riesce a mettere da parte: il 58% degli italiani, infatti, non si dichiara soddisfatto di quanto è riuscito a mettere da parte ogni mese.

Vuoi la tua pubblicità qui?

+160 miliardi sui conti correnti: come gestire al meglio i risparmi

Aumenta il risparmio e, di conseguenza, aumentano anche gli importi sui conti correnti anche se al contempo cresce la percentuale di italiani che preferisce rinunciare a investimenti e accumulare denaro sul proprio conto.

Prendendo in esame solamente l’andamento dei depositi delle famiglie nel corso del 2020, si è registrata una crescita di 66 miliardi di euro: ciò significa che in media ogni nucleo familiare ha risparmiato circa 2.500 euro. Tuttavia, rinunciando ad investire il proprio denaro vengono a mancare eventuali guadagni portati da strumenti finanziari come il conto deposito vincolato proposto da Santander ad esempio, che permette sì di mettere a frutto i propri risparmi, ma senza correre alcun rischio. Questa formula, infatti, è completamente tutelata dal FITD che garantisce le somme depositate sino a 100mila euro.

In sintesi, spesso quando si lasciano i propri risparmi sul conto corrente non si valutano correttamente i costi legati da un lato alla svalutazione del denaro e, dall’altro, alle spese di gestione previste dagli istituti di credito. Questi due fattori possono erodere, anche se lentamente, i propri risparmi.

In conclusione, dunque, non è importante solamente riuscire a risparmiare e a mettere da parte una buona somma di denaro, ma è fondamentale anche gestire al meglio il proprio denaro scegliendo tra le formule più adatte alle proprie esigenze.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento